Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Concluso lo studio dell'Ulss 7 su 400 residenti nell'area viticola

FITOFARMACI SUI VIGNETI DEL PROSECCO, INNOCUI PER LA SALUTE

Livelli assenti o identici a chi vive nelle grandi città


PIEVE DI SOLIGO - I trattamenti fitosanitari nei vigneti del Prosecco non stanno avendo un'incidenza particolare sull'organismo dei residenti della zona. E' quello che emerge da biomonitoraggio condotto nei mesi scorsi dall'Ulss 7 di Pieve di Soligo.

Sono stati esaminati i livelli urinari di etilentiourea, indicatore dell’assorbimento dei ditiocarbammati, una delle sostanze più comunemente usate per evitare la formazione di funghi sulle viti. Lo studi ha riguardato quasi 400 individui, 260 dei quali adulti e 126 bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni. In oltre la metà (circa il 53%) dei soggetti esaminati i valori erano così bassi da non essere rilevabili in laboratorio. Nella restante quota, i livelli rilevati erano complessivamente sovrapponibili a quelli evidenziati, da studi effettuati in passato, su soggetti residenti in alcune grandi città italiane (nelle quali non ci sono, ovviamente, vigneti vicini alle abitazioni). Non sono emerse significative differenze, nelle analisi, nè in rapporto al comune di residenza né, per i bambini, alla frequenza di asili situati in Comuni con maggior densità di vigneti. "I risultati dello studio, che attesta livelli di assorbimento dei residenti nell’area del prosecco DOCG sovrapponibili a quelli registrati, in passato, nella popolazione generale - commenta il Direttore del Dipartimento di Prevenzione, Sandro Cinquetti - rappresentano un ulteriore elemento di concretezza nel dibattito relativo ai possibili effetti sulla salute dei fitofarmaci usati nella viticoltura”.

Ai nostri microfoni il commento del presidente del Consorzio di tutela del Prosecco Docg, Innocente Nardi.