Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La compagna di Fernando Bortolon verrà interrogata per rogatoria

RAPINA ALLA GIOIELLERIA ZACCO: OGGI LA 21ENNE DAL GIUDICE

La giovane probabilmente si avvarrà della facoltà di non rispondere


CASTELFRANCO VENETO - (gp) Verrà interrogata a Padova per rogatoria questamattina la 21enne di San Martino di Lupari che assieme al compagno Fernando Bortolon rapinò la gioielleria “Giorgio Zacco” di Castelfranco Veneto l'8 agosto scorso. La giovane, difesa dall'avvocato Guido Galletti che depositerà proprio stamane la nomina, con ogni probabilità si avvarrà della facoltà di non rispondere in attesa di prendere visione di quanto ha dichiarato invece al gip il compagno 43enne. A differenza di Bortolon, la giovane non si trova in carcere ma è sottoposta soltanto all'obbligo di dimora, misura disposta già nell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Treviso per permetterle di accudire il figlio di 11 mesi. Sembra quasi scontato che nessuna modifica venga richiesta né tanto meno concessa senza il parere del pm di Treviso Massimo De Bortoli, titolare delle indagini. Per il momento rimane tale anche la misura a carico di Fernando Bortolon. Il legale del 43enne, l'avvocato Salvatore Cianciafara, presenterà nei prossimi giorni l'istanza per chiedere che vengano concessi almeno gli arresti domiciliari sulla scorta della piena confessione resa al giudice in sede di interrogatorio di garanzia.