Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due lontane cugine siciliane di un89enne trevigiana avevano impugnato l'atto

TESTAMENTO FALSO: L'EREDITÀ DA UN MILIONE VA AI LEGITTIMI EREDI

La defunta lasciò i beni ad associazioni di volontariato e di assistenza


TREVISO - Prima di morire avrebbe lasciato in eredità il suo patrimonio alla parrocchia di San Bartolomeo e ad alcune importanti associazioni di assistenza e volontariato. Ma il testamento di un'anziana deceduta nel 2009 nella casa di riposo Menegazzi è stato dichiarato nullo dal tribunale di Treviso e gli averi dell'89enne sono andati tutti a due lontane cugine siciliane, che avevano impugnato l'atto e avviato una causa civile. Il giudice ha stabilito che la firma posta sul testamento datato 10 gennaio 2008 era falsa, o meglio che nome e cognome sono stati ricalcati dal testo. In più il ctu nella sua consulenza afferma addirittura che il testo sarebbe stato redatto da una mano differente da quella della defunta. Insomma il testamento era falso. E se la causa civile ora si è chiusa a favore delle due cugine siciliane (a cui vanno un appartamento in via Bertolini, titoli obbligazionari e fondi comuni di investimento per un patrimonio complessivo di un milione di euro), potrebbe invece aprirsi un'indagine per capire chi abbia manomesso quel documento. C'è da sottolineare che i beneficiari iniziali non avevano ancora incassato nulla. Parrocchia di San Bartolomeo, Lega Antitumori e Advar, tutti rappresentati dall'avvocato Enrico Villanova, avevano da subito fatto un passo indietro dicendosi disponibilissimi a rinunciare alla loro quota di patrimonio in favore dei legittimi eredi.