Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Troppe divisioni sindacali. Da Treviso messaggi interessanti"

LORENZON: "LA CRISI FINIRĄ QUANDO LO DECIDEREMO NOI"

Il segretario della Cisl analizza lavoro ed economia della Marca


TREVISO - Nel 2103, nella Marca, sono stati persi venti posti di lavoro al giorno. Secondo Franco Lorenzon, segretario generale della Cisl di Treviso e Belluno, tuttavia, occorre guardare allo sviluppo socio-economico in modo del tutto diverso dal passato. Pronosticare quando potrà arrivare la ripresa rischia di essere del tutto inutile: "L'attuale situazione di rischio è diventata la condizione di normalità. La ripresa ci sarà quando lo decideremo noi stessi". Per il sindacalista, ad esempio, gli imprenditori trevigiani devono tornare ad investire nelle loro aziende, senza attendere che le condizioni migliorino per intervento di qualche soggetto esterno. "Se tutti stanno fermi, la crisi si autoalimenta", ribadisce. Lo stesso sindacato deve ripensarsi, a cominciare dalla sua struttura organizzativa: "E' ora di porre fine a certe divisioni sindacali. Da Treviso possono partire messaggi interessanti". E, tra le tante crisi aziendali vissute negli ultimi mesi, la più preoccupante, a giudizio del leader della Cisl trevigiana, è quella della Geox: "Perchè, mentre le altre aziende appartenevano al manifatturiero tradizionale, la Geox rappresenta un nuovo modello".