Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il tribunale di Treviso ha dato ragione a un manager di Mogliano Veneto

LICENZIATO FA CAUSA ALLA DITTA: 120 MILA EURO DI RISARCIMENTO

La somma per il mancato preavviso e l'assenza di giusta causa


MOGLIANO VENETO – (gp) Di punto in bianco sarebbe stato licenziato senza preavviso, ma soprattutto senza giusta causa. Per questo un manager di Mogliano Veneto ha deciso di fare causa alla sua ex azienda ottenendo un risarcimento danni di 120 mila euro. Questa la decisione del giudice del tribunale di Treviso che ha dato ragione al manager condannando la ditta a pagare. I fatti risalgono al gennaio 2012 quando l'uomo venne assunto nell'area commerciale con mansioni di vendita, in vista di uno sviluppo dell'attività nei paesi arabi. L'azienda entrò però ben presto in crisi e si vide costretta a operare dei tagli. Per questo inviò la lettera di licenziamento sia al manager che ad altri colleghi. Perso il lavoro il moglianese decise però di intraprendere le vie legali per avere, secondo lui, giustizia. E il tribunale di Treviso, dopo un anno di battaglia tra le parti a colpi di carte bollate, ha stabilito un risarcimento di 120 mila euro per la mancata indennità di preavviso ma soprattutto per il licenziamento senza giusta causa.