Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il tribunale di Treviso ha dato ragione a un manager di Mogliano Veneto

LICENZIATO FA CAUSA ALLA DITTA: 120 MILA EURO DI RISARCIMENTO

La somma per il mancato preavviso e l'assenza di giusta causa


MOGLIANO VENETO – (gp) Di punto in bianco sarebbe stato licenziato senza preavviso, ma soprattutto senza giusta causa. Per questo un manager di Mogliano Veneto ha deciso di fare causa alla sua ex azienda ottenendo un risarcimento danni di 120 mila euro. Questa la decisione del giudice del tribunale di Treviso che ha dato ragione al manager condannando la ditta a pagare. I fatti risalgono al gennaio 2012 quando l'uomo venne assunto nell'area commerciale con mansioni di vendita, in vista di uno sviluppo dell'attività nei paesi arabi. L'azienda entrò però ben presto in crisi e si vide costretta a operare dei tagli. Per questo inviò la lettera di licenziamento sia al manager che ad altri colleghi. Perso il lavoro il moglianese decise però di intraprendere le vie legali per avere, secondo lui, giustizia. E il tribunale di Treviso, dopo un anno di battaglia tra le parti a colpi di carte bollate, ha stabilito un risarcimento di 120 mila euro per la mancata indennità di preavviso ma soprattutto per il licenziamento senza giusta causa.