Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'uomo, di San Pietro di Feletto, soccorso lungo il sentiero 20 di Forcella Laganzuoi

COLPITO DA MALORE IN MONTAGNA: PAURA PER UN 42ENNE TREVIGIANO

Scongiurato il pericolo di vita: provvidenziali le cure di amici e sanitari


SAN PIETRO DI FELETTO – (gp) Colpito da malore nel bel mezzo di un'escursione in montagna con gli amici. Attimi di paura per un 42enne di San Pietro di Feletto che all'improvviso si è accasciato nel corso di una gita. L'uomo si trovava lungo il sentiero 20 di Forcella Laganzuoi, a qualche centinaio di metri dal rifugio. A lanciare l'allarme sono stati i compagni di escursione che oltre alle prime cure hanno chiesto il rapido intervento dell'elisoccorso dell'Aiut Alpin Dolomites, arrivato sul posto nel giro di qualche minuto. Recuperato il trevigiano con un verricello, i medici lo hanno trasportato d'urgenza all'ospedale di Pieve di Cadore dov'è stato sottoposto a una serie di accertamenti. Il pronto intervento sia degli amici che dei sanitari ha scongiurato il peggio: l'uomo infatti non sarebbe fortunatamente in pericolo di vita.