Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assessore alla cultura Luciano Franchin sulla vicenda della statua di Del Monaco

"UN CONCORSO DI IDEE PER LA REVISIONE DELL'ARREDO URBANO"

"Istituiremo una commissione per rivedere la presenza dei monumenti"


TREVISO - “Stiamo valutando la possibilità di procedere a una revisione complessiva della presenza di statue e monumenti in città, nell'ambito di quello che un tempo e tutt'oggi definiamo arredo urbano. Per questo, a breve, istituiremo una commissione che avrà il compito di approfondire il tema e proporre alcune soluzioni”. Queste le parole dell’assessore alla cultura del Comune di Treviso Luciano Franchin che ha condiviso il progetto di revisione di parte dell’arredo urbano con gli altri membri della giunta e con il sindaco Giovanni Manildo. Un progetto che, oltre alla nascita di un’apposita commissione, vede il coinvolgimento diretto dei cittadini chiamati ad esprimere la loro opinione: “Non escludiamo di ricorrere a un concorso di idee. Il sistema della concertazione e il coinvolgimento diretto della cittadinanza coincidono con lo stile che questa amministrazione si è proposta di adottare fin dal primo giorno di governo”, sottolinea Franchin. Non si tratta dunque solo di spostare un’opera da un luogo a un altro, ma di un progetto complessivo avviato dall'amministrazione che mira a individuare per ogni opera il sito più adeguato. “Non si tratta di accanimento terapeutico nei confronti di un’opera quale la statua di Mario del Monaco, posta oggi in un luogo che peraltro non riteniamo essere quello più opportuno, ma di una valutazione della presenza di parte del nostro patrimonio artistico in siti più o meno consoni della città. Per questo, di concerto con il sindaco e gli altri assessori, abbiamo stabilito di non procedere ad uno spostamento immediato di questa o quella statua ma di procedere a una revisione complessiva dei siti”, chiude l’assessore.