Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I familiari di Patrizio Benetti di Postioma di Paese chiedono che sia fatta chiarezza

MORTO DOPO UN'OPERAZIONE A 25 ANNI: DENUNCIATA L'ULSS 8

Il decesso avvenne il 27 maggio all'ospedale di Montebelluna


PAESE - (gp) L'Ulss 8 di Asolo e Montebelluna sotto inchiesta per omicidio colposo per la morte di Patrizio Benetti. A depositare la denuncia-querela in Procura a Treviso è stato l'avvocato Ilaria Pempinella, che assiste i familiari del 25enne di Postioma di Paese morto il 27 maggio scorso dopo un intervento chirurgico all'ospedale San Valentino di Montebelluna. I genitori del giovane, a tre mesi dal decesso del loro unico figlio, pretendono di sapere perchè Patrizio non c'è più. “Si tratta di un atto dovuto – afferma l'avvocato Pempinella – perchè sappiamo che il cuore di Patrizio si è fermato ma vogliamo capirne il motivo”. L'obiettivo dei familiari di Patrizio Benetti non è quello di cercare un colpevole per forza, ma far luce sull'intervento chirurgico a cui è stato sottoposto loro figlio per una fistola persistente e un ascesso peritoneale. Nel 2012, in due occasioni, era stato ricoverato al San Valentino per dei forti dolori all'addome. Gli esami specialistici avevano rivelato la presenza delle fistole ma i medici, stando a quanto sostiene la famiglia, avevano deciso di non intervenire. Nel periodo immediatamente successivo, fino al 2013, Patrizio aveva iniziato a perdere peso e a sentirsi più debole. Ad aprile una nuova colonscopia aveva rievidenziato la presenza delle fistole, e i medici avevano deciso di intervenire chirurgicamente a maggio. Operazione che i familiari si chiedono se potesse essere fatta prima, quando le condizioni di salute di Patrizio erano migliori. Nel frattempo l'avvocato Pempinella ha nominato come consulente di parte il medico legale di Portogruaro Antonello Cirnielli, che avrà il compito di dare la propria opinione scientifica su quanto accaduto al 25enne.