Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, controlli straordinari della polizia stradale della A27

CAMIONISTA SENZA PATENTE, FALSE LE TARGHE DEL BILICO

Denunciato messinese 50enne, il suo camion risultava radiato


TREVISO - Nel 20-30% dei casi i controlli agli autotrasportatori portano a sanzioni e talvolta anche a denunce: questo quanto rivela la polizia stradale impegnata in queste settimane in serrati controlli ai camionisti che percorrono le strade della Marca. Targhe false, patenti inesistenti, cronotachigrafi taroccati ma anche mancati pagamenti ai caselli, distrazioni alla guida e quant'altro. Particolarmente impegnata nei controlli la sezione di polizia stradale della A27 coordinata dal dirigente, Martin Egger. Tra i casi più eclatanti che si sono registrati negli ultimi tempi c'è quello di un camionista messinese, fermato il 6 agosto scorso lungo la A27 nei pressi della barriera di Venezia nord, di 50 anni che guidava un camion radiato a cui aveva apposto le targhe di un'auto di sua proprietà. Il camionista stava trasportando, a bordo di una sorta di container (in realtà il cassone di un altro camion anch'esso radiato), un carico diretto verso il Togo che comprendeva vecchi elettrodomestici, motori e altre masserizie. L'uomo è stato denunciato per guida senza patente, manomissione di targhe, falsità materiale commessa da privato. Per lui inoltre scatterà una multa da 4130 euro ed il sequestro del mezzo. Tra i trucchi c'è il “solito” cronotachigrafo “taroccato”: ad essere pizzicato dagli agenti è stato questa volta un 32enne calabrese, fermato il 26 agosto presso l'area di servizio Piave Ovest. Il trasportatore utilizzava un congegno, attivabile con un telecomando, con cui il cronotachigrafo veniva spento durante lunghi tratti di marcia. Per lui è scattata una multa da 1682 euro, la decurtazione di 10 punti e la sospensione della patente. Un caso curioso è stato riscontrato il 19 agosto scorso a Cittadella dagli agenti della polstrada di Castelfranco: gli agenti hanno fermato un camionista austriaco di 72 anni che ha raccontato di lavorare con un contratto a chiamata. In realtà, controllando i tempi di guida, è emerso che l'anziano aveva lavorato anche in numerosi giorni precedenti al controllo.

Galleria fotograficaGalleria fotografica