Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'intervista alla fotografa Raffaella Giardini

LA MOSTRA: TREVISO IN POLAROID

La vernice venerdì 6 settembre a Palazzo Piva di Valdobbiadene


VALDOBBIADENE - (ag) Contemporanea ma dallo spirito vintage. E' la “Treviso in Polaroid” di Raffaella Giardini, il progetto artistico della fotografa e architetto di Valdobbiadene dedicato al capoluogo della Marca, in mostra da venerdì 6 settembre presso il Palazzo Celestino Piva di Valdobbiadene.

Una Treviso vitale, con i suoi monumenti, le architetture veneziane, le arterie d'acqua, le persone che la percorrono a piedi o in bicicletta. E poi i riflessi della città nelle vetrine, in uno spaesamento dimensionale che tocca lo spazio, oltre al tempo. Raffaella Giardini, come racconta ai nostri microfoni, manipola le pellicole, sperimenta soluzioni che avvicinano la fotografia alla resa pittorica. Trascura l'oggettività del mezzo per creare piuttosto suggestioni intime e visioni soggettive.

L'esposizione è composta da 50 scatti realizzati tra il 2008 e il 2013: sono stampe di formato 50x70cm, mentre per gli ultimi scatti, ad oggi inediti, l'artista ha scelto di mantenere la pellicola originale. Ad arricchire le immagini sono le brevi poesie della storica dell'arte Alessandra Caldart le cui parole, inoltre, introducono il catalogo “Treviso in Polaroid”.

 

Per informazioni: www.raffaellagiardini.it