Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'episodio giovedì pomeriggio a San Zeno, indagano le volanti della polizia

FINTA IMPIEGATA DI BANCA TRUFFA ANZIANA DI DENARO E GIOIELLI

Donna 82enne ingannata con una finta telefonata alla figlia


TREVISO - Si è finta impiegata di banca, addetta alla revisione dei pin dei bancomat, ed ha raggirato una 82enne, residente a San Zeno. L'ennesima truffa ai danni di un'anziana si è consumata nel tardo pomeriggio di giovedì. A metterla a segno una insospettabile donna di circa 50 anni che si è presentata presso l'abitazione dell'82enne ed è riuscita a spillargli un collier d'oro e 500 euro per assicurare il gioiello presso una cassetta di sicurezza dello stesso istituto bancario. L'anziana in un primo momento, fiutando il pericolo, aveva detto alla finta impiegata di voler contattare la figlia per chiederle consiglio sul da farsi. La truffatrice, per ottenere la fiducia dell'82enne, si è fatta dare il numero di telefono della congiunta ed ha simulato una telefonata. Avuto il consenso, solo virtuale, della figlia la finta addetta bancaria ha avuto gioco facile a farsi consegnare denaro ed il collier d'oro. L'anziana scoprirà il raggiro solo qualche ora dopo quando la figlia le rivelerà di non aver ricevuto nessuna telefonata dalla sedicente impiegata bancaria.