Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Tre arresti e due denunce, sequestrati oltre 50 grammi di sostanze stupefacenti

PARTY INTERROTTO: ECSTASY E COCA IN UN CLUB DI CONEGLIANO

Controllo della polizia la scorsa notte: blitz nel parcheggio


CONEGLIANO - Numerose dosi di droga sparse sul pavimento. E’ quello che i poliziotti hanno trovato nel blitz della scorsa notte in un noto club di Conegliano. Un informatore aveva segnalato che era in programma una festa a base di musica, ma in cui ci sarebbe stato anche ampio consumo di stupefacenti. E il riscontro sul campo l’ha, purtroppo, confermato. All’operazione hanno partecipato uomini del commissariato di Conegliano, della Squadra mobile e della sezione Amministrativa, oltre ad un’unità cinofila di Padova, con il cane poliziotto Cedric. Già nel parcheggio, alla vista degli agenti, un 30enne vicentino è stato scorto nascondere un contenitore dietro una ruota della propria auto: dentro, c’erano 15 dosi di Mdma, una droga sintetica, per 8 grammi totali. Il giovane è stato arrestato. Stessa sorte anche per un amico che era con lui, della stessa età e residenza: addosso i poliziotti gli hanno scoperto altri 17 grammi della stessa sostanza. Non è andata meglio all’interno del locale: in particolare, le manette sono scattate per un 38enne di Gorizia. Alla vista degli agenti aveva cercato di disfarsi di 5 grammi di cocaina, occultandoli in un maglione e passando l’indumento ad un amico, che, a sua volta, ha cercato di nasconderlo in un’auto. Per quest’ultimo soggetto, così come per altro individuo, è stata presentata denuncia a piede libero. E una denuncia, ma per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, ha colpito anche una ragazza che, alla richiesta di mostrare i documenti, ha inveito contro gli agenti. Al party erano presenti circa 300 ragazzi, età media intorno ai vent’anni: quando le luci sono state accese, con l’ingresso dei poliziotti, per terra sono stati trovati cocaina, hashish ed altri stupefacenti, per oltre 20 grammi totali stando a quanto riferito dalle autorità (ascolta file audio). Proprio questo chiaro indizio di un consumo diffuso è l’elemento che più preoccupa le forze dell’ordine, come conferma il portavoce della Questura di Treviso, Alessandro Tolloso.

La posizione della direzione del locale:

"Purtroppo il buon nome di un locale pulito come il nostro viene screditato da certi personaggi che non possiamo arginare. La legge non ci consente di perquisire le persone che vengono ad assistere ai concerti e alle serate che organizziamo, non possiamo frugare nelle loro tasche. Il problema degli stupefacenti è un problema purtroppo presente nella Marca e non è colpa del nostro locale che è si è sempre dimostrato come un locale che attrae persone serie e pulite".




Galleria fotograficaGalleria fotografica