Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I funerali saranno celebrati a Madona Granda mercoledì alle 11

RIFONDAZIONE COMUNISTA RICORDA ATTILIO GIOMO


TREVISO - Saranno celebrate nella Chiesa di Santa Maria Maggiore, mercoledì mattina alle 11, le esequie di Attilio Giomo, ex assessore socilista scomparso tragicamente a 79 anni. Un ricordo dei compagni di Rifondazione Comunista nelle parole di Alberto Cocco.

“Abbiamo appreso la notizia della tragica fine del compagno Giomo e vorremmo anche noi ricordarlo in quanto ex iscritto a Rifondazione comunista. Attilio si è avvicinato al partito mosso dalla necessità di una profonda trasformazione di quella prassi politica che aveva caratterizzato l'Italia negli anni Novanta e sembrava continuare anche nel nuovo millennio; ha cominciato a ripensare all'idea di politica e si è avviato verso una radicalizzazione, sia delle posizioni teoriche, in una sorta di "ri-scoperta" dei testi di Trotsky del quale apprezzava la visione prospettica, ma anche, inevitabilmente, dell'azione politica stessa: in tempi non sospetti parlava di coraggio, passione, onestà, correttezza e, soprattutto, giustizia e libertà. Molti di noi lo ricordano quando alle riunioni di partito ci sollecitava a prendere più spesso posizione e ad applicare alla lettera la lezione di Marx, oppure quando ci istruiva sull'urbanistica a Treviso e ci metteva in guardia sulle linee di sviluppo del PRG e su molto altro ancora. Negli ultimi anni, anche noi di Rifondazione lo avevamo perso di vista e, forse, proprio perché neanche noi eravamo riusciti a realizzare quella radicalità di cui sentiva tanto il bisogno e che sembrava voler applicare anche nella vita privata. Abbracciamo i familiari e a loro esprimiamo tutto il nostro cordoglio e la nostra stima per il compagno Attilio.”

Per il circolo di Treviso di Rifondazione comunista Alberto Cocco.