Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assemblea annuale della federazione che riunisce 235 materne paritarie

OLTRE 3MILA BAMBINI TREVIGIANI NON SI ISCRIVERANNO ALL'ASILO

Colpa della crisi: l'allarme della Fism per il prossimo anno scolastico


TREVISO - Oltre tremila bambini non andranno più all'asilo, nella Marca, poichè le loro famiglie, a causa della crisi, non sono più in grado di sostenere le rette. A lanciare l'allarme è stato Giancarlo Frare, presidente provinciale della Fism, la Federazione italiana delle scuole materne di Treviso in occasione dell'annuale assemblea dell'organizzazione, svoltasi oggi. Secondo i dati citati dal leader dell'associazione che riunisce 235 tra asili e nidi con oltre 18mila piccoli utenti, nell'anno scolastico ormai alle porte saranno 3.011 i bmbi trevigiani che non verranno più iscritti dai genitori alle scuole d’infanzia pubbliche, statali e paritarie. Vale a dire l’11% dei 27.237 giovanissimi residenti in provincia. La progressiva flessione delle iscrizioni verificatasi negli ultimi anni, ha ribadito il presidente, sta colpendo soprattutto proprio sulle scuole paritarie in tutto il Veneto, con inevitabili ripercussioni anche sul personale impiegato negli istituti. "Serve che il Governo e il Parlamento comprendano che non è più una questione di libertà di istituire scuole e di libertà di scelta educativa - ha sottolineato Frare - ma, specie nella nostra regione, di garantire la copertura del servizio educativo in tutte le nostre comunità".