Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Decine di telefonate al 115, incendio con giallo a Monastier, tremano le case di Dosson

BOATO E FASCIO DI LUCE NEI CIELI DELLA MARCA: ╚ UN BOLIDE

Scia luminosa alle 2.12: in azione vigili del fuoco e carabinieri


MONASTIER – Un improvviso boato, fragoroso, ed un fascio di luce che per una manciata di secondi ha quasi illuminato a giorno la volta celeste. A squarciare i cieli del Veneto un bolide, una piccola meteora, avvistata in cielo alle 2.12 della scorsa notte. Sono state decine le telefonate allarmate dei cittadini che sono giunte ai centralini di carabinieri, polizia e vigili del fuoco. Lo spettacolo dell'incredibile palla di fuoco che ha solcato il cielo, nonostante l'orario, non è di certo passato inosservato: pure un metronotte, in servizio nella zona di Castello di Godego, ha segnalato quella strana presenza in cielo così come i residenti dei comuni di Casier e San Biagio di Callalta. A Dosson il fragore del bolide ha fatto tremare le case, quasi si trattasse di un terremoto. E proprio quella di un possibile sisma era la prima ipotesi presa in considerazione da parte dei vigili del fuoco, subito mobilitati. La segnalazione di un piccolo rogo era giunta in particolare nella zona di Monastier dove un cassonetto ed alcune sterpaglie erano state date alle fiamme poco prima da ignoti. Le fiamme, hanno accertato i vigili del fuoco, non avevano nessun collegamento con il bolide che si è dissolto nell'atmosfera. Già a partire dalla notte le forze dell'ordine hanno passato al setaccio, dal mattino anche con l'uso di un elicottero, un'area di almeno 100 kmq. Effettuato dai vigili del fuoco ed in particolare dal nucleo Nbcr un campionamento dell'aria nelle zone interessate: non sarebbero state rilevate anomalie. Qualora del materiale riconducibile al bolide dovesse essere rinvenuto, sottolineano gli esperti, non rappresenterebbe in ogni caso un pericolo per l'uomo: solitamente il materiale, roccia e metalli che compongono le meteore, hanno bassissimi livelli di radioattività. Di fenomeni di questo genere se ne verificano, in tutto il mondo, circa 500 ogni anno. Ai nostri microfoni la voce di Enrico Stomeo, responsabile del servizio meteore dell'Unione astrofili italiani.


Galleria fotograficaGalleria fotografica