Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Decine di telefonate al 115, incendio con giallo a Monastier, tremano le case di Dosson

BOATO E FASCIO DI LUCE NEI CIELI DELLA MARCA: È UN BOLIDE

Scia luminosa alle 2.12: in azione vigili del fuoco e carabinieri


MONASTIER – Un improvviso boato, fragoroso, ed un fascio di luce che per una manciata di secondi ha quasi illuminato a giorno la volta celeste. A squarciare i cieli del Veneto un bolide, una piccola meteora, avvistata in cielo alle 2.12 della scorsa notte. Sono state decine le telefonate allarmate dei cittadini che sono giunte ai centralini di carabinieri, polizia e vigili del fuoco. Lo spettacolo dell'incredibile palla di fuoco che ha solcato il cielo, nonostante l'orario, non è di certo passato inosservato: pure un metronotte, in servizio nella zona di Castello di Godego, ha segnalato quella strana presenza in cielo così come i residenti dei comuni di Casier e San Biagio di Callalta. A Dosson il fragore del bolide ha fatto tremare le case, quasi si trattasse di un terremoto. E proprio quella di un possibile sisma era la prima ipotesi presa in considerazione da parte dei vigili del fuoco, subito mobilitati. La segnalazione di un piccolo rogo era giunta in particolare nella zona di Monastier dove un cassonetto ed alcune sterpaglie erano state date alle fiamme poco prima da ignoti. Le fiamme, hanno accertato i vigili del fuoco, non avevano nessun collegamento con il bolide che si è dissolto nell'atmosfera. Già a partire dalla notte le forze dell'ordine hanno passato al setaccio, dal mattino anche con l'uso di un elicottero, un'area di almeno 100 kmq. Effettuato dai vigili del fuoco ed in particolare dal nucleo Nbcr un campionamento dell'aria nelle zone interessate: non sarebbero state rilevate anomalie. Qualora del materiale riconducibile al bolide dovesse essere rinvenuto, sottolineano gli esperti, non rappresenterebbe in ogni caso un pericolo per l'uomo: solitamente il materiale, roccia e metalli che compongono le meteore, hanno bassissimi livelli di radioattività. Di fenomeni di questo genere se ne verificano, in tutto il mondo, circa 500 ogni anno. Ai nostri microfoni la voce di Enrico Stomeo, responsabile del servizio meteore dell'Unione astrofili italiani.


Galleria fotograficaGalleria fotografica