Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, al via la profilassi per soccorritori e carabinieri, continuano gli accertamenti

UNA MENINGITE FULMINANTE HA STRONCATO MARCO BOSCO

Il 41enne era stato trovato morto a Canizzano giovedì scorso


TREVISO - Marco Bosco, il 41enne trevigiano trovato morto da un amico giovedì scorso nella sua abitazione di via Gottardo a Canizzano, è stato stroncato da una meningite fulminante. Questo quanto è stato rivelato dall'autopsia che su disposizione della Procura, ed in particolare il pm Gabriella Cama, è stata eseguita sul corpo del giovane disabile: le analisi di laboratorio non avrebbero lasciato dubbi sulle reali cause del decesso. Non ancora noto il tipo di batterio che ha infettato Bosco ma l'Ulss9 eseguira' ulteriori accertamenti per vagliarne la pericolosità, non lasciando nulla al caso malgrado sia remota l'ipotesi di un contagio. Le persone che sono rimaste a contatto con il corpo senza vita dell'uomo (la morte risaliva diversi giorni prima rispetto al giorno del ritrovamento), quindi operatori del Suem118 e carabinieri, saranno probabilmente sottoposte a profilassi per fugare ogni dubbio.