Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

FOTOGALLERY In chiesa, delegazione del Comune e molti ex politici cittadini

L'ADDIO AD ATTILIO GIOMO OLTRE 300 PERSONE AI FUNERALI

Commozione alle esequie dell'ex assessore a Santa Maria Maggiore


TREVISO - Oltre trecento persone si sono ritrovate nella chiesa di Santa Maria Maggiore, questa mattina, per dare l'estremo saluto ad Attilio Giomo. L'ex assessore socialista delle giunte trevigiane degli anni Ottanta, si è tolto la vita, a 79 anni, lo scorso 29 agosto, gettandosi sotto un treno nei pressi del passaggio a livello di San Zeno. Una cerimonia molto sobria: la bara di colore chiaro, con sopra un cuscino di fiori rossi, è stata deposta davanti al presbietrio. Ad accompagnare il gonfalone della città, una delegazione dell'amministrazione comunale, con il vicesindaco Roberto Grigoletto, gli assessori Anna Caterina Cabino e Luciano Franchin e il presidente del Consiglio comunale Franco Rosi. Ma  soprattutto sui banchi hanno preso posto molti ex compagni di partito e protagonisti della politica cittadina dei tempi della Prima Repubblica, che con Giomo avevano condiviso iniziative e battaglie: da Graziano De Biasi a Renzo Vernier, da Valeria Zagolin a Siro Zanella, a Tullio Guadagnini, a Gianni Rasera, Berto Zandegiacomi, l'ex consigliere regionale Lucio Pasqualetto, l'ex direttore della Fondazione Benetton Domunico Luciani. Momenti di grande commozione nel ricordo della figlia Giovanna e dell'ex sindaco di San Biagio, Giorgio Bin. Nell'omelia il sacerdote ha preso spunto dalla passione di famiglia per la pallacanestro, rammentando gli esordi di Attilio nel Miani, gloriosa società nata proprio nella parrocchia, ma ha anche ribadito lo sconforto e la disapprovazione, gia sottolienati dalla figlia stessa, per il gesto con cui Giomo ha deciso di porre fine alla propria esistenza. "Una vita unica per la città di Treviso: persona grintosa burbera ma buona, sapeva farsi voler bene, ha impiegato bene i talenti ricevuti da Dio", ha rimarcato il celebrante, facendo riferimento alla parabola al centro del vangelo letto poco prima. Lasciata la chiesa, la salma di Attilio Giomo si è avviata alla cremazione.


Galleria fotograficaGalleria fotografica