Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica dedicata al mondo golfistico curata da Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/25: L'OPEN D'ITALIA

La 70^ edizione di scena al Golf Torino la Mandria dal 19-22 settembre


TREVISO - Ritorna il nostro appuntamento con il mondo del golf assieme al nostro esperto, il giornalista Paolo Pilla, che questa settimana ci presenta l'Open d'Italia.

 

L’Open d’Italia maschile è una tappa attesissima nel “Race to Dubai”. Per il Golf tricolore, una vetrina che si affaccia sul mondo. E’ la massima manifestazione italiana di golf che vede la partecipazione dei giocatori di spicco internazionale. Al torneo possono partecipare i professionisti soci della PGA European Tour, e i dilettanti con hcp 0 o inferiore. Si svolge sulla distanza di 72 buche stroke play, con taglio dopo le prime 36, per lasciare in gara i 65 migliori classificati dei 156 partenti, oltre ai pari merito del 65°. Quest’anno, dal 19 al 22 settembre, avrà luogo la 70^ edizione. La pre-qualifica del 9 settembre offre a tutti i professionisti italiani la chance di qualificarsi per potervi partecipare (i primi due!). E’ una gara importante, trasmessa e seguita da un capo all’altro del mondo, per il suo elevato profilo tecnico e di spettacolo. Purtroppo la TV italiana non può o non vuole trasmetterla, bisognerà ringraziare Sky, che la passerà in diretta ed in alta definizione. La scorsa edizione il nostro Open ha avuto 38 emittenti collegate in 45 nazioni, 15 Tir di produzione TV, 34 telecamere, 42 Km di cavi audio, 1.600 addetti, 422 milioni di telespettatori. E’ un peccato perdere questa occasione di far conoscere al grande pubblico italiano il Golf, che non è soltanto uno sport per tutti che crea benessere psico-fisico, ma anche uno stile di vita che impone correttezza e fair play, il rispetto delle regole, dell’avversario, e dell’ambiente. Quest’anno, nell’intento di far maggiormente conoscere il golf al grande pubblico, l’accesso alla struttura è gratuito.

Un po’ di storia: La prima edizione, nel 1925 al GC Alpino di Verbania, vede imporsi l’italiano Francesco Pasquali che inaugurò l’albo d’oro passando alla storia per aver completato il giro in giacca e cravatta. Gli anni successivi furono appannaggio degli stranieri, fino al 1938, ultima tappa prima della seconda guerra mondiale. Un primo impulso l’Open d’Italia lo ebbe nel 1936, anno in cui vide la luce il Campo del Sestriere, costruito dal senatore Agnelli con l’intento di promuovere il turismo golfistico. La cosa gli riuscì anche per l’ingaggio di Henry Cotton, vincitore di due Open Championship, che fece da richiamo per i facoltosi giocatori inglesi. Alla ripresa, nel dopo guerra, che avvenne nel ’47 a Sanremo, gli italiani ebbero maggior successo: La vittoria di Casera nel ’48, Grappasonni nel ’50 e nel ’54. Il 1972 segna una profonda svolta. La “Professional Golfers’ Association” istituisce l’European Tour che inizialmente corrispondeva a 20 tornei: Dodici nel Regno Unito, uno in Irlanda, più gli Open di Francia, Germania, Italia, Olanda, Spagna e Svizzera. Si stava globalizzando ogni anno di più, portando gradualmente le sue tappe in tutto il mondo. E sempre in sintonia con il PGA Tour ha aggiunto al suo calendario i 3 Majors ed i 3 World Championship disputati negli S.U., i cui montepremi sono decisamente di più alto livello. Ovviamente tutto ciò ha avuto importanti riflessi per l’Open d’Italia, facendolo diventare di interesse mondiale. Altra cosa importante è che il punteggio conseguito nella gara italiana, conta per la classifica utile nella scelta dei componenti la squadra europea della Ryder Cup, la sfida che verrà giocata in Scozia a settembre del 2014. Dopo l’inserimento dell’Open d’Italia nell’European Tour, gli italiani a vincerlo sono stati: Dassù nel ’76, Manelli nell’80, e Francesco Molinari nel 2006. L’albo d’oro, nelle edizioni giocate sui migliori Campi italiani, comprende tanti grandi nomi di vincitori stranieri. La scorsa edizione 2012, giocata al Royal Park I Roveri, è stata patrimonio dello spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño. Quest’anno, l’appuntamento è al prestigioso Golf Torino - la Mandria, tra i club più antichi nel nostro Paese, a quattro passi dalla Reggia di Venaria Reale, già ospite dell’Open d’Italia 2009, e culla dei fratelli Edoardo e Francesco Molinari. Come da tradizione, il torneo sarà preceduto, il giorno 18, dall’attesissimo prologo: la Pro-Amateur con la partecipazione delle nostre eccellenze. L’Italian Open può contare su un monte premi di 1.500.000 euro; non molto se paragonato alle disponibilità delle sponsorizzazioni americane, cinesi, turche e arabe, che arrivano e passano gli 8.000.000 $, ma è comunque cifra di tutto rispetto, ed è sostenuto da numerosi sponsor di prestigio. In partnership con l’European Tour rappresentato da Jamie Birkmyre, l’evento è presieduto da Alessandro Rogato e diretto dall’infaticabile Barbara Zonchello, che nel 2012 ha riservato tante e piacevoli sorprese agli spettatori. Sorprese che non mancheranno quest’anno: Tre “Special Event”, momenti di spettacolo fuori gara, nell’impegno dei fratelli Molinari, di Manassero e altri famosi professionisti: Il pomeriggio di giovedì 19 -“La clinic del team azzurro” – I migliori professionisti offriranno una clinic aperta al pubblico; venerdì 20 -“L’Assolo di Matteo”, che spiegherà al pubblico il segreto del suo Golf, e si confronterà con esso in campo pratica; sabato 21 –“Molinari Vs Molinari” - I due fratelli Molinari, alla buca 18, si scontreranno in uno “special shoot out” anche Vs eventuale guest star.

Il Campo, che misura 6.591 metri, è tutto curatissimo: tee, fairway, bunker, green, e gode della sua incastonatura nel suggestivo Parco della Mandria. Si tratta insomma del maggior evento sportivo italiano dell’anno, che vedrà in campo, oltre alle nostre stelle, un gran numero di vincitori di tornei continentali.

La massima della settimana: «La gente comune pensa soltanto a passare il tempo; chi ha ingegno… a renderlo utile» Schopenhauer

Paolo Pilla


Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
31/07/2013 - Pillole di golf/24: la Ryder Cup
24/07/2013 - Pillole di golf/23: i tours dei Pro, l'America
17/07/2013 - Pillole di golf/22: i tours dei Pro, l'Europa
10/07/2013 - Pillole di golf/21: i professionisti, il giocatore
03/07/2013 - Pillole di golf/20: il rapporto con il maestro
26/06/2013 - Pillole di golf/19: i professionisti, il Maestro
19/06/2013 - Pillole di golf/18: uno sport costoso?
12/06/2013 - Pillole di golf/17: i campi pubblici
05/06/2013 - Pillole di golf/16: i campi pratica
29/05/2013 - Pillole di golf/15: i campi in Veneto
21/05/2013 - Pillole di golf/14: i campi in Italia
14/05/2013 - Pillole di golf/13: campi da golf e natura
01/05/2013 - Pillole di golf/12: l'anima socializzante
24/04/2013 - Pillole di golf/11: l'etichetta
17/04/2013 - Pillole di golf/10: Uno sport, tante regole