Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagini chiuse e richiesta di rinvio a giudizio depositata per un 57enne di Spinea

SOLDI PRESTATI A TASSI D'USURA: IMPRENDITORE VERSO IL PROCESSO

Interessi del 900% a due commercianti di Montebelluna e Portogruaro


MONTEBELLUNA – (gp) Presunto usuraio si avvia verso il processo. Il sostituto procuratore Valeria Sanzari, dopo aver inviato a un 57enne di Spinea l'avviso di chiusura indagini, ha firmato la richiesta di rinvio a giudizio. Ora si attende soltanto che il gip fissi la data dell'udienza preliminare. L'imprenditore edile e proprietario di un magazzino di abbigliamento era stato arrestato dai carabinieri di Montebelluna nel novembre dello scorso anno. Nonostante il parere contrario del pm, l'uomo ottenne gli arresti domiciliari a gennaio. Secondo le indagini il 57enne avrebbe prestato denaro a negozianti di vestiti in difficoltà chiedendone poi la restituzione con tassi esorbitanti, fino al 900%. Due gli imprenditori che sarebbero finiti nel mirino del presunto usuraio: si tratta di un 40enne di Montebelluna, che secondo gli inquirenti sarebbe stato addirittura costretto a cedere la sua attività, e di una 35enne di Portogruaro. A presentare denuncia nei confronti dell'uomo era stato il commerciante trevigiano nell'estate 2012. Da lì era partita l'indagine che aveva portato al provvedimento restrittivo emesso dal gip del tribunale di Venezia. Durante la perquisizione presso l'abitazione dell'uomo erano stati rinvenuti 8mila euro in contanti, marche da bollo e cambiali che avrebbero dovuto essere riscosse per un totale di almeno 90mila euro. Secondo gli investigatori l'uomo avrebbe fatto pressione sulle sue vittime affinchè intestassero le cambiali dei prestiti ad altri parenti. Quello più cospicuo concesso, documentato dalle indagini, ammonterebbe a 15mila euro e la vittima avrebbe dovuto restituirne 21mila.