Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Squadra Mobile di Treviso assicura alla giustizia i malviventi in una settimana

TERRORE IN VIA BOIAGO: MANETTE AI RAPINATORI DI BRUNA COLUSSO

Venerdì mattina la convalida del fermo e gli interrogatori di garanzia


TREVISO – (gp) Assicurati alla giustizia i rapinatori di via Boiago. Una brillante operazione della Squadra Mobile di Treviso ha permesso di sottoporre a fermo giudiziario gli autori del colpo del 28 agosto scorso ai danni della 74enne Bruna Colusso. Si tratta di un romeno di 25 anni e di un trevigiano di origini croate di 18 anni. Gli inquirenti sospettano che possano anche essere coinvolti nelle altre due rapine ai danni di altrettanti pensionati, il 67enne Aldo Basso di Santrovaso di Preganziol e l'84enne di Paese Ada Biscaro, messe a segno 24 ore prima del colpo di San Giuseppe. I rapinatori compariranno di fronte al gip venerdì mattina per la convalida del fermo e l'interrogatorio di garanzia. Bruna Colusso, all'una di notte del 28 agosto, venne risvegliata dai malviventi i quali la bloccarono sul letto e le tapparono la bocca per impedirle di urlare. I rapinatori, si scoprirà in seguito, erano entrati all'interno dell'abitazione saltando un muro di cinta e forzando la serratura del portone d'ingresso. Uno dei banditi le strappò dal collo un prezioso collier con una medaglietta su cui era incisa l'effigie del marito, morto dodici anni fa. Oltre al gioiello i malviventi si sono poi impadroniti di un anello e di due orologi di valore prima di fuggire a bordo di un'auto a tutta velocità.