Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/204: TERZO "RITORNO" PER TIGER WOODS

Al Genesis Open non passa il taglio, vince Bubba Watson


TREVISO - È il terzo riscontro alla ripresa di Tiger Woods, forse il decisivo, dopo la lunga assenza seguita ai due interventi chirurgici. Il Genesis Open, torneo del PGA Tour, si disputa sul percorso del Riviera CC, a Pacific Palisades in California. Lo ha combattuto undici volte senza mai...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cimadolmo, tragedia in via Calliselle, sulla morte del 42enne indaga lo Spisal

STAVA RIPARANDO UN CAMION, MECCANICO MUORE SCHIACCIATO

Vittima Paolo Zanella, un contatto elettrico ha messo in moto il mezzo


CIMADOLMO -Stava eseguendo delle riparazioni ad un camion quando, un contatto elettrico ha messo in moto il mezzo che aveva la marcia ingranata e lo ha schiacciato. La tragedia è avvenuta nel pomeriggio, poco dopo le 15.30, a Cimadolmo in via Calliselle, all'interno dell'officina elettrauto "Zanella". A perdere la vita Paolo Zanella, 42enne, contitolare dell'attività con il fratello Lucio, sposato e padre di due figli. L'uomo, secondo quanto hanno ricostruito i carabinieri ed i tecnici Spisal che sono intervenuti sul posto, avrebbe collegato per errore alcuni cavi mentre si trovava proprio sotto un mezzo pesante Fiat. E' stato sufficiente questo contatto elettrico per far partire il mezzo, lasciato per errore con la marcia ingranata. Sul posto sono giunte le ambulanze del Suem118: i medici hanno tentato inutilmente di rianimare la vittima ma per lui purtroppo non c'è stato nulla da fare.