Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lacrime nella terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo

IL CAMIONISTA EROE INCONTRA LA BIMBA E ABBRACCIA IL PADRE

Ion Purice accompaganto dal suo datore di lavoro Robertino Bonato


PIEVE DI SOLIGO – (gp) Si sono finalmente incontrati e abbracciati nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove la piccola Jihan è ancora ricoverata in gravi condizioni, Abdelhamid Haddach, il papà della bimba, e il camionista eroe Ion Purice, accompagnato dal suo datore di lavoro Robertino Bonato. “Io e Ion abbiamo deciso di andare a trovare Jihan e la sua famiglia e siamo partiti da Rovigo senza dire niente a nessuno, volevamo che fosse una sorpresa - ha spiegato Bonato, titolare della Bierreti trasporti di Porto Viro - È stato bello incontrare il papà e stringergli la mano, dopo tutto il clamore che c'è stato su questa vicenda. Vedere la bambina in quel lettino è stato doloroso e speriamo con tutto il cuore che si svegli”. Ci sono stati attimi di commozione in ospedale a Bergamo: “Piangeva anche Ion, ci siamo abbracciati - racconta Abdelhamid Haddach - ed è stato emozionante. Mi hanno portato un regalo per Jihan e gliel'ho messo accanto al letto. Quando si sveglierà lo aprirà da sola”. Ion al suo arrivo era stato accolto da eroe con il sindaco di Taglio di Po che lo aspettava.