Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Innocente Nardi (Consorzio di tutela): "Scelta coraggiosa ma responsabile"

LOTTA AL CARO VITA, NESSUN AUMENTO PER LE UVE DOCG

Prezzi invariati per il Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene


CONEGLIANO - Nessun aumento di prezzo delle uve in un momento così delicato per il mercato. E’ quanto deciso in occasione della tradizionale riunione di prevendemmia, organizzata presso la sede del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, a cui hanno partecipato tutte le associazioni di categoria, Cia Coldiretti, Confcooperative Ugc Unindustria, Unione Agricoltori. La scelta di mantenere i prezzi invariati sarà quest’anno particolarmente coraggiosa dal momento che l’andamento climatico primaverile, caratterizzato da basse temperature e abbondanti precipitazioni, ha costretto i produttori ad un lavoro quasi doppio in vigneto per garantire il raccolto. L’intera filiera del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, tuttavia, è consapevole che in questi anni è stato raggiunto un apprezzamento ottimale delle uve e l’obiettivo è mantenere e consolidare le posizioni, non speculare sul successo. “La scelta di mantenere i prezzi immutati è coraggiosa e conferma un forte senso di responsabilità da parte di tutte le categorie - afferma il presidente del Consorzio di Tutela, Innocente Nardi –. Quest’anno, infatti, il lavoro in vigneto nella stagione primaverile è stato molto gravoso per i produttori, sebbene la qualità oggi si presenti ottima grazie al clima ideale dell’estate. Siamo consapevoli, tuttavia, che il consumatore oggi non può sopportare rincari dei prezzi e abbiamo deciso di ridurre il guadagno di tutte le categorie per confermare la sua fiducia. Uno degli elementi vincenti della denominazione, infatti, è aver mantenuto negli anni stabilità evitando grandi oscillazioni nonostante il successo del nostro vino”. Una scelta condivisa da tutte le categorie che compongono la filiera, comprese quelle dei viticoltori, protagonisti anche dell’impegno per la riduzione dell’impatto ambientale con l’adozione del Protocollo Viticolo. In generale i prezzi saranno invariati rispetto al 2012 ma ciò che è stato riconosciuto è la necessità di mantenere un valore superiore per le aree di viticoltura estrema, le Rive più ripide, punta di diamante per la denominazione.

Per la vendemmia a Conegliano Valdobbiadene si dovrà attendere ancora qualche giorno. La data di inizio prevista, infatti, è il 15 settembre per Conegliano, cui seguirà, a circa una settimana di distanza, la zona di Valdobbiadene. La qualità si preannuncia molto buona grazie all’andamento climatico ottimale dell’estate, calda e asciutta cadenzata dalle giuste precipitazioni, mentre le giornate fresche e soleggiate di fine agosto ed in inizio settembre, con buone escursioni termiche, presagiscono un’ottima aromaticità delle uve.