Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO - Mercoledì vertice in Prefettura, fino ad allora niente sgombero

MANILDO: "AMAREGGIATO E STUPITO DALL'OCCUPAZIONE"

Ma il dialogo con Ztl continua: il Comune incarica tre "mediatori"


TREVISO - “Amareggiato e stupito”. Con questi sentimenti, per sua stessa ammissione, il sindaco Giovanni Manildo ha accolto l'occupazione dell'ex Telecom da parte degli attivisti di Ztl Wake Up. Il primo cittadino ha sottolineato di aver avuto nei giorni scorsi, insieme all'assessore Luciano Franchin, una riunione di oltre tre ore con i rappresentanti del collettivo: in quell'occasione, l'amministrazione ha ribadito l'impegno a mettere a disposizione dei luoghi di aggregazione per i giovani e, perciò, ha chiesto a Ztl di costituirsi in associazione e di presentare un progetto per partecipare al bando di assegnazione, in via di stesura, secondo una formula attuata in molte altre città d'Italia, ad esempio Vicenza con l'esperienza del “Bocciodromo”. L'unica risposta, ha rimarcato Manildo, è stata quella di un nuovo blitz nello stabile di via Dandolo. “Se in passato quest'atto poteva trovare una legittimazione per evidenziare un problema generale, come la mancanza di spazi – afferma il sindaco -, stavolta non c'è nessuna giustificazione perchè il problema è già fortemente evidente e il Comune vi sta già lavorando”. Di fronte alle numerose richieste da parte di molti altri gruppi ed associazioni, il primo cittadino ha ribadito come il rispetto della legalità sia imprescindibile.

Nonostante questo l'amministrazione continuerà a perseguire la via del dialogo: allo scopo una commissione composta dal vicesindaco Roberto Grigoletto, dall'assessore Anna Caterina Cabino e dal consigliere comunale con delega alle Politiche giovanili, Stefano Pelloni, è stata incaricata di cercare una mediazione con il collettivo. “Abbiamo la pazienza di Giobbe” ha scherzato il sindaco. Quanto allo sgombero, da Ca' Sugana, fanno sapere che si tratta di questione riguardante i privati proprietari dell'edificio (la Tecla, immobiliare del gruppo Telecom) e le forze dell'ordine. Ma non dovrebbero esserci azioni almeno fino a mercoledì, quando è in programma un vertice tra Prefettura, Questura e Comune stesso.

E il consigliere comunale di maggioranza Antonella Tocchetto, che in occasione della precedente occupazione aveva trattato con la proprietà, ripropone la possibilità di un comodato d'uso gratuito ai ragazzi di Ztl in cambio ai lavori di pulizia effettuati negli edifici, almeno finchè il sito, in vendita, non trovi un compratore.