Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, deve scontare tre anni e sette mesi di reclusione a Santa Bona

TRAFFICO DI SKUNK, EX BARISTA CONDANNATO TORNA IN CELLA

Roberto Mosele, 55 anni, venne fermato nel 2010 con 1,5 kg di droga


SUSEGANA - Tre anni e sette mesi di reclusione da scontare in carcere: questa la condanna definitiva inflitta a Roberto Mosele, 55enne di Susegana, ex barista. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri su ordine di carcerazione ed ora si trova rinchiuso presso il carcere di Santa Bona. Mosele era stato arrestato nel 2010 insieme al buttafuori pugliese di 53 anni Sergio Cariddi, residente a Riese Pio X. I due erano accusati di aver ceduto un chilo e 400 grammi di marijuana a Maurizio Rilande, anche lui condannato a 4 anni di carcere. Gli arresti risalgono al novembre del 2010 quando la polizia friulana fermò Rilande, seguito da tempo, con un chilo di skunk. La droga era stata acquistata da Mosele e Cariddi. I due erano stati incastrati grazie all’azione di un infiltrato il quale, agendo sotto copertura per conto della polizia di Udine, aveva accompagnato lo scorso 28 ottobre 2010 Maurizio Rilande nel tragitto da Udine a Collalto di Susegana conclusosi con il suo arresto.