Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Chiuse le indagini e formalizzate le accuse per un 33enne di Volpago del Montello

TRAVOLTA SULLE STRISCE: VERSO IL PROCESSO L'INVESTITORE DI LUCIA

La vittima era titolare col marito della pizzeria "Dandy" di Montebelluna


MONTEBELLUNA – (gp) Indagini chiuse e prossima la richiesta di rinvio a giudizio per l'investitore di Lucia Zucchello, la 46enne di Montebelluna titolare assieme al marito Pasquale Civale della pizzeria Dandy, travolta e uccisa il 20 marzo scorso mentre attraversava via Piave a Montebelluna, a due passi dalla sua attività. Il sostituto procuratore Giovanni Valmassoi, ricevuti gli ultimi esiti degli accertamenti disposti per chiarire la dinamica del sinistro, ha firmato il cosiddetto 415 bis, che dà 20 giorni di tempo all'indagato, un 33enne di Volpago del Montello dipendente del negozio “Bep's” poco dal luogo dell'impatto, di presentare una memoria difensiva o chiedere di farsi interrogare, oltre a presentare una richiesta di rito alternativo. Ipotesi tutt'altro che remota: con ogni probabilità infatti sceglierà la via del patteggiamento della pena, ottenendone così lo sconto fino a un terzo. Le indagini lo inchioderebbero alle proprie responsabilità: la donna stava attraversando la strada sulle strisce pedonali assieme al marito quando la Volkswagen Golf nera del 33enne l'ha centrata in pieno scaraventandola a quasi venti metri di distanza. Il giovane non stava viaggiando a una velocità elevata, ma sembra comunque superiore al limite di 50 km/h vigente in via Piave.