Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Si discutono i valori, mentre il Comune aggiorna l'elenco degli immobili

CASA DELLE ASSOCIAZIONI AL VIA CON IMPREVISTO POLITICO

Alla prima riunione anche l'organizzazione di destra Free Derry


TREVISO - La “casa comune” delle associazioni prova a gettare le proprie fondamenta. Con un imprevisto politico. Alla prima riunione, indetta dall'amministrazione comunale, si presenta anche un rappresentante del Free Derry, associazione culturale, ritenuta però dagli altri partecipanti molto vicina all'estrema destra. E la cosa crea non pochi imbarazzi negli altri convenuti. Tanto che la delegazione di Ztl decide di non sedersi al tavolo.

Per ora nessun risultato operativo dall'incontro: la discussione si è incentrata sulla necessità di un documento preliminare in cui tutti i gruppi coinvolti nel progetto dichiarino di riconoscersi in una serie di valori condivisi.

Sotto la supervisione del sindaco Giovanni Manildo e dell'assessore Anna Caterina Cabino, oltre a Pelloni e all'esponente di Free Derry, hanno partecipato i consiglieri comunali Said Chaibi e Simone Battig (tra i promotori della fondazione “Spazio Aperto” per gestire un centro comune delle associazioni cittadine), rappresentanti della Rete degli studenti e del cineforum. Nella seconda seduta, in programma lunedì prossimo, dovrebbe essere completata la stesura della “carta costituente”, dopodiché si passerà a raccogliere le adesioni concrete delle associazioni, a definire attività e il numero dei potenziali utenti coinvolti e, su queste basi, a valutare gli immobili disponibili, di cui il Comune sta aggiornando l'elenco.

Gli attivisti del collettivo Ztl, intanto, ribadiscono la volontà di portare a compimento il festival Gram, all'interno dello stabile occupato dell'ex Telecom.


Galleria fotograficaGalleria fotografica