Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica dedicata al mondo golfistico curata da Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/26: LE PROETTE

Le professioniste al femminile, i tour europei e mondiali


TREVISO - Eccoci con una nuova pillola di golf assieme al nostro esperto Paolo Pilla. Questa settimana spazio alle donne, le proette.

 

Prima di parlare del professionismo al femminile, proviamo a ricordare le difficoltà che hanno incontrato le donne per entrare nel mondo del golf. Nell’800 potevano al massimo usare il putting green, o percorsi a loro riservati. Non erano ammesse a frequentare i Campi degli uomini se non per accompagnarli. Solo nel 2004 fu loro concesso di partecipare al British Open a St. Andrews; e all’Augusta National, la sede del Masters, le prime donne ad essere accettate come membro del Club sono state Condoleezza Rice e Darla Moore, il 20 agosto dello scorso anno 2012. Prima di quella data nessuna donna era stata ammessa. Oggi, superati gli atavici pregiudizi che i club avevano nei confronti delle giocatrici, la presenza femminile nel golf è in costante aumento. Le difficoltà incontrate non le hanno fatte desistere, e le vediamo oggi professioniste sia nell’insegnamento che nelle competizioni. Il loro numero è più limitato rispetto a quello degli uomini, ma l’essenza non differisce granché, salvo che hanno a disposizione qualche gara in meno, e montepremi più bassi.

Il percorso per diventare insegnante è lo stesso dei maschi: La prova di ammissione per la Scuola Nazionale di Golf, lo studio, il completo iter. Nell’insegnamento, la natura femminile può dare per taluno anche un valore aggiunto alla lezione. Insomma, come Maestro le donne non sono numerose, ma si fanno apprezzare. Nella professione del gioco, le proette hanno i loro tour regionali, (attualmente 6):

- Ladies European Tour per le europee, il più frequentato dalle italiane,

- Ladies PGA of Japan, il più ricco in assoluto,

- Ladies PGA of Korea,

- Ladies Asian Golf Tour,

- ALPG Tour per le australiane,

- Ladies PGA Tour USA, il torneo maggiore, il più ambito, in cui competono tutte le migliori giocatrici del mondo.

Per accedere a questi circuiti, anche le donne dovranno superare le varie tappe, similmente ai maschi.

In America, la Qualifing-School LPGA utilizza un complicato programma di qualificazione a 3 stadi, che tiene conto dei soldi guadagnati nei tour, della classifica mondiale delle donne, e di altri parametri. Numerosi sono i tornei (29) della LPGA USA in tutto il mondo. A significare l’importanza che gli americani danno alla disciplina del Golf, molti college caldeggiano con borse di studio la partecipazione ai tour delle studentesse golfiste. Nei tornei della LPGA troviamo la nostra Giulia Sergas, che purtroppo non ha passata il taglio al British Open, e tuttavia è in 34^ posizione nella money list 2013; Il dominio della scena è della ormai irraggiungibile sud coreana Inbee Park, che nella stagione ha già abbondantemente superato i 2 milioni di dollari, ha vinto il 3° Major consecutivo, e insegue il sogno del Grand Slam. Come curiosità va detto che la Corea è il Paese con il maggior numero di giocatrici, di cui 4 nella top ten.

In Europa, il Ladies European Tour (LET), per il 2013 prevedeva 25 tornei in tutto il mondo, con la conclusione, come per gli uomini, a Dubai. Purtroppo ne viene disputato uno in meno, ed è proprio l’italiano che è saltato. Dal 5 al 7 luglio, infatti, avrebbe dovuto disputarsi l’Open d’Italia femminile al G.C. Dolomiti, ma non ha avuto luogo per la sopravvenuta indisponibilità di fondi. Peccato! Il dominio nel L.E.T. ( Ladies European Tour), è della sudafricana Lee Anne Pace. Le italiane, dopo il Ladies Open giocato in Scozia, e conclusosi il 1° settembre, si trovano in questa posizione: In testa (28^) Veronica Zorzi, figlia d’arte; 37^ Diana Luna che è stata una protagonista dell’European Tour, e che tanto avrebbe desiderato di giocare nella Solheim Cup per “….poter ancora una volta provare l’emozione del 2009 quando, prima italiana, rappresentai l’Europa nella Solheim Cup”. Purtroppo per lei non è stato così. Ma una Wild Card per l’Italia nella Solheim c’è stata: la Capitana Liselotte Neumann l’ha riservata per Giulia Sergas, 63^, nonostante abbia partecipato a 4 soli eventi; campionessa dentro e fuori del Campo, molto apprezzata in America, ed il cui gioco costante e impeccabile, ha premiato la scelta della Capitana: La Solheim Cup, l’equivalente al femminile della Ryder Cup, disputata dal 16 al 18 agosto in Colorado, è stata vinta alla grande dalle europee, e, giubilo, per la prima volta nella storia della coppa, in suolo americano. Le altre italiane nella classifica di merito LET: 58^ Stefania Croce, 68^ Margherita Rigon, in posizione 111 Sophie Sandolo, la golfista più sexi del circuito, e 168 Vittoria Valvassori. Comunque ci sono ancora 6 gare prima del Ladies Masters a Dubai (dal 5-7 dicembre), e tutto può ancora accadere.

Le proette italiane sono attente all’eleganza, ma spingono per dare il meglio nel gioco. Sono consapevoli di essere attraenti con le loro mises stuzzicanti, ed il pubblico apprezza il loro fascino e le ammira con simpatia.

La miglior giocatrice in assoluto, della storia del golf femminile, rimane la svedese Annika Sorenstam che è arrivata al record di vincere premi per 2.863.904 $ in una sola stagione (va detto che la Svezia è il Paese europeo dove più forte è la presenza delle donne nel Golf).

La decisione storica presa dal CIO nel 2009, di portare la disciplina del Golf ai giochi olimpici di Rio del 2016, ha sollecitato l’interesse di molte abili giocatrici italiane, con la conseguenza di far lievitare le domande d’iscrizione delle donne ai circuiti qualificanti per inserirsi nel Ladies European Tour, dove pensano che maggiori potrebbero essere le possibilità di partecipare alle Olimpiadi di Rio.

“Gentlemen Only, Lady Forbidden”- (Solo per uomini, proibito alle donne)il significato che taluno vorrebbe dare dell’acronimo G.O.L.F., ma così non è! Soprattutto in Italia! (Paolo Pilla)


Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
04/09/2013 - Pillole di golf/25: l'Open d'Italia
31/07/2013 - Pillole di golf/24: la Ryder Cup
24/07/2013 - Pillole di golf/23: i tours dei Pro, l'America
17/07/2013 - Pillole di golf/22: i tours dei Pro, l'Europa
10/07/2013 - Pillole di golf/21: i professionisti, il giocatore
03/07/2013 - Pillole di golf/20: il rapporto con il maestro
26/06/2013 - Pillole di golf/19: i professionisti, il Maestro
19/06/2013 - Pillole di golf/18: uno sport costoso?
12/06/2013 - Pillole di golf/17: i campi pubblici
05/06/2013 - Pillole di golf/16: i campi pratica
29/05/2013 - Pillole di golf/15: i campi in Veneto
21/05/2013 - Pillole di golf/14: i campi in Italia
14/05/2013 - Pillole di golf/13: campi da golf e natura
01/05/2013 - Pillole di golf/12: l'anima socializzante
24/04/2013 - Pillole di golf/11: l'etichetta