Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, la replica della Questura: "Il dispiego di risorse è stato adeguato"

RADUNO DI CASA POUND: COISP METTE SOTTO ACCUSA LA TASK FORCE

Duecento tra poliziotti, carabinieri e finanzieri mobilitati


TREVISO - Duecento uomini impiegati ogni giorno, tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, per il raduno di Casa Pound Italia che si è svolto la scorsa settimana a Revine Lago. Il costo di questa task force, voluta dal Questore di Treviso, Tommaso Cacciapaglia, si aggirerebbe a circa 100mila euro. Per l'Home festival, svoltosi la settimana precedente, erano presenti sul posto solamente tre carabinieri e altrettanti poliziotti. A formulare questo atto d'accusa, numeri e cifre alla mano, è il segretario del sindacato di polizia Coisp di Treviso. A gettare acqua sul fuoco è stata la stessa Questura che ha emesso una nota per chiarire le motivazioni che hanno portato ad una mobilitazione così imponente. "In relazione al tipo di servizio e alle informazioni che avevamo -riferisce il Capo di Gabinetto, Alessandro Tolloso- il dispiego di mezzi e risorse è stato adeguato rispetto all'importanza dell'evento: si trattava del primo raduno nazionale di Casa Pound fuori Roma. Le cifre sui costi dei servizi non risultano essere quelle riportate dal Coisp".