Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il sindacato ha fatto i conti: "Per il Comune introito invariato"

DUE TREVIGIANI SU 3 POTREBBERO PAGARE MENO IRPEF

Cgil: "Fattibile con lievi aumenti ai redditi più alti"


TREVISO - Far pagare meno i cittadini con redditi inferiori a 28mila euro, che rappresentano oltre il 65% dei contribuenti. E, di contro, aumentare la pressione su quelli più ricchi. La Cgil di Treviso si inserisce con questa proposta nel dibattito sull'Irpef. Attualmente, nel capoluogo, l'addizionale è unica, allo 0,60%, per tutti, indipendentemente dal proprio 730. L'amministrazione sta valutando una diversificazione delle aliquote in base all'imponibile. Da tempo il sindacato sostiene l'esigenza di una maggiore progressività. E ha effettuato dei calcoli per dimostrare come la cosa sia fattibile. Secondo la simulazione potrebbero essere esentati dal versamento tutti i redditi fino a 15mila euro, mentre quelli da 15mila a 28mila beneficerebbero di un'aliquota ridotta allo 0,45%. Le fasce superiori, invece, vedrebbero un innalzamento del parametro e dunque dell'importo da pagare: 35 euro in più per chi dichiara fino a 55mila euro all'anno, 90 per chi arriva a 75mila euro, 267 per imponibili superiori. Cifre, ribadiscono alla Cgil, del tutto sostenibili per questi livelli di reddito. In questo modo si potrebbe bilanciare lo sgravio sulle fasce più deboli, senza alcuna incidenza sulle casse municipali: l'introito complessivo per il Comune, infatti, resterebbe pressoché invariato (anzi in leggero aumento) intorno a 8,5 – 8,6 milioni di euro.