Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il giudice rigetta la richiesta della sorella della vittima: i 3 indagati sono innocenti

TESTAMENTO BAZZICHET: NESSUNA CONDOTTA ILLECITA, CASO ARCHIVIATO

La Procura si era già espressa non rivelando profili di responsabilità


MONTEBELLUNA - (gp) Luigi Bazzichet aveva una piena capacità intellettiva e volitiva al momento della firma del testamento. Il gip Silvio Maras ha infatti disposto l'archiviazione del caso rigettando la richiesta di opposizione che era stata presentata dalla sorella del defunto, secondo cui la questione non era chiara e non sarebbe stata chiarita in fase d'indagine (al termine della quale fu il pm a chiedere l'archiviazione del fascicolo). La donna avrebbe messo in dubbio le condotte di un medico 49enne di Villorba, di un 59enne di Giavera del Montello e del figlio 34enne. Tutti e tre, indagati per circonvenzione d'incapace, erano accusati di aver approfittato, in periodi distinti, dello stato d'infermità fisica e psichica di Bazzichet, ex titolare dell'omonima trattoria di Giavera del Montello deceduto nel settembre 2010. In sostanza sia il medico che padre e figlio (sostiene la parte offesa) si sarebbero fatti intestare, in due momenti diversi, tutti i beni di Luigi Bazzichet compresa la nota trattoria: il 3 settembre 2009 il medico avrebbe fatto sottoscrivere un atto testamentario a Bazzichet nel quale veniva nominato erede universale di tutti i beni mobili e immobili del malato tranne 15 mila euro destinati alla badante. Il 16 settembre padre e figlio di Giavera del Montello avrebbero invece convinto Bazzichet a sottoscrivere un mandato a favore di un avvocato per compiere gli atti idonei alla gestione o vendita dei beni dell’eredità, un contratto di locazione del ristorante a un prezzo irrisorio e infine un testamento olografo a favore del più giovane. Tredici giorni più tardi Bazzichet morì e la sorella, venuta a sapere del testamento, denunciò i tre alle autorità. La procura si era già espressa non ravvisando fosse stato commesso alcun reato, e ora il giudice ha messo la parola fine alla vicenda.