Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A ottobre di fronte al giudice due fratelli di 34 e 38 anni, spacciatori per necessitą

I DUE PIASTRELLISTI PUSHER DAL GIUDICE CON LO SCONTO DI PENA

Avrebbero detto di aver iniziato a spacciare per colpa della crisi


VOLPAGO DEL MONTELLO – (gp) Un anno fa erano stati messi agli arresti domiciliari dopo essere stati scoperti con quasi due etti di cocaina. Ora i due piastrellisti pusher stanno per andare di fronte al giudice. A ottobre infatti dovranno presentarsi di fronte al gup Silvio Maras per rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Alla sbarra due fratelli di origini casertane, ma entrambi residenti a Volpago del Montello, di 38 e 34 anni. Entrambi verranno giudicati con rito abbreviato quindi, in caso di condanna, usufruiranno dello sconto di un terzo della pena. Erano stati arrestati dai carabinieri di Volpago del Montello i quali, dopo un controllo, trovarono nella loro Lancia Y un vaso di riso per bambini con dentro 43 grammi di cocaina purissima e varie dosi già pronte. Quando i militari si erano avvicinata a loro per il controllo uno dei due aveva lanciato il vaso di riso dal finestrino. Il 38enne, padre di una bimba, aveva subito ammesso le sue responsabilità e aveva accompagnato personalmente i carabinieri nella perquisizione a casa, proprio per evitare di sconvolgere la famiglia. Nascosti in un vano dello sciacquone, in bagno, c'erano altri 123 grammi di polvere bianca. Da tempo senza lavoro, i due avrebbero detto ai militari che avevano iniziato a spacciare per colpa della crisi.