Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A ottobre di fronte al giudice due fratelli di 34 e 38 anni, spacciatori per necessità

I DUE PIASTRELLISTI PUSHER DAL GIUDICE CON LO SCONTO DI PENA

Avrebbero detto di aver iniziato a spacciare per colpa della crisi


VOLPAGO DEL MONTELLO – (gp) Un anno fa erano stati messi agli arresti domiciliari dopo essere stati scoperti con quasi due etti di cocaina. Ora i due piastrellisti pusher stanno per andare di fronte al giudice. A ottobre infatti dovranno presentarsi di fronte al gup Silvio Maras per rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Alla sbarra due fratelli di origini casertane, ma entrambi residenti a Volpago del Montello, di 38 e 34 anni. Entrambi verranno giudicati con rito abbreviato quindi, in caso di condanna, usufruiranno dello sconto di un terzo della pena. Erano stati arrestati dai carabinieri di Volpago del Montello i quali, dopo un controllo, trovarono nella loro Lancia Y un vaso di riso per bambini con dentro 43 grammi di cocaina purissima e varie dosi già pronte. Quando i militari si erano avvicinata a loro per il controllo uno dei due aveva lanciato il vaso di riso dal finestrino. Il 38enne, padre di una bimba, aveva subito ammesso le sue responsabilità e aveva accompagnato personalmente i carabinieri nella perquisizione a casa, proprio per evitare di sconvolgere la famiglia. Nascosti in un vano dello sciacquone, in bagno, c'erano altri 123 grammi di polvere bianca. Da tempo senza lavoro, i due avrebbero detto ai militari che avevano iniziato a spacciare per colpa della crisi.