Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

ASCOLTA AUDIO Resana, in ufficio ritrovato un registro con la scritta "in nero"

DOPPIA CONTABILITÀ, DENUNCIATO TRASPORTATORE DI GHIAIA 50ENNE

In sette anni, dal 2003 al 2010, avrebbe evaso oltre 3,5 milioni di euro


RESANA - Dal 2003 al 2010 ha evaso al Fisco oltre 3,5 milioni di euro: in un cassetto dell'ufficio della sua abitazione che corrispondeva anche alla sede delle due aziende di cui era stato titolare, le fiamme gialle hanno ritrovato una vera e propria doppia contabilità. Da una parte quella reale, dall'altra quella occulta, un quaderno su cui c'era l'inequivocabile scritta "in nero". A finire nei guai un imprenditore del settore dell'autotrasporto e vendita di inerti, soprattutto ghiaia: si tratta di un 50enne di Resana che è stato denunciato alla Procura dalla Guardia di Finanza della Tenenza di Oderzo (nella foto il tenente Barbara Femminilli) per dichiarazione infedele e occultamento e distruzione di documenti contabili. L'uomo è stato titolare di due aziende: la "Autotrasporti srl", la cui attività è cessata nel 2006 e la "Autotrasporti snc", chiusa nel 2008. Le ditte emettevano regolare fattura ai clienti, in doppia copia: una finiva registrata nella contabilità ufficiale, l'altra veniva invece distrutta. Gli investigatori sono riusciti, grazie ai questionari spediti ad un centinaio di clienti del 50enne, ha ricostruire il reale giro d'affari delle due aziende che ufficialmente dichiaravano un fatturato annuo che si aggirava intorno ai 4 milioni di euro. Decisiva, nell'indagine svolta dai finanzieri, è stata la perquisizione all'interno dell'abitazione del 50enne: la Procura l'aveva disposta nell'ambito di un'indagine che vedeva l'imprenditore indagato per appropriazione indebita ai danni di uno dei suoi clienti. Il ritrovamento della contabilità "in nero" è stato ovviamente il passo decisivo nell'inchiesta.

Galleria fotograficaGalleria fotografica