Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO Salgareda, ricoverato in prognosi riservata al Ca' Foncello

SCHIANTO DOPO IL FURTO: ANCORA GIALLO SULL'IDENTITÀ DEL LADRO

E' uno straniero di circa 20 anni, senza precedenti: indagini in corso


Salvatore Gueli SALGAREDA - Resta ricoverato nel reparto di terapia intensiva del Ca' Foncello di Treviso ma non è più in pericolo di vita il giovane che martedì, all'alba, è uscito di strada mentre percorreva la strada provinciale 66, a Salgareda. L'automobilista, soccorso da un residente, non ha ancora un nome: impossibile per ora identificarlo. L'unico dato certo è che si tratta di uno straniero tra i 20 ed i 25 e senza precedenti penali alle spalle: le sue impronte digitali non sono presenti nelle banche dati a disposizione delle forze dell'ordine. Il giovane era al volante di una Peugeot 307, rubata a Ceggia il giorno precedente all'incidente: a bordo del mezzo attrezzi da scasso, monili in oro, orologi e cellulari. La refurtiva, hanno chiarito i carabinieri, era frutto di un furto in abitazione che lo straniero aveva messo a segno sempre a Salgareda, a circa un km dal punto in cui è avvenuto l'incidente. Con lui, hanno raccontato alcuni testimoni, erano presenti anche altri due complici che sono scappati con una Golf, trafugata durante il furto. I malviventi si erano già probabilmente spartiti in bottino: dall'abitazione erano spariti infatti 180 euro ed in tasca dello straniero ne sono stati trovati 60, la sua parte. I carabinieri (nella foto il comandante della Compagnia di Conegliano, Salvatore Gueli, anche in audio) continuano gli accertamenti nei confronti del giovane ma per ora la sua identità resta un mistero: non appena uscirà dal Ca' Foncello per lui si apriranno le porte del carcere di Santa Bona.

Galleria fotograficaGalleria fotografica