Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'importatore d'auto sta valutando se chiedere un risarcimento danni

UOMO D'AFFARI SCAMBIATO PER UN CORRIERE DELLA DROGA AL CANOVA

Trattenuto per due giorni in ospedale, rischia di perdere i clienti


TREVISO - (gp) Atterrato a Treviso per stipulare due contratti di compravendita di auto di lusso è stato scambiato per un ovulatore. Un uomo d'affari nigeriano, residente in Sicilia, si è visto trattenere per due giorni in ospedale e ora, avendo probabilmente perso i clienti, sta valutando se intraprendere le vie legali con l'avvocato Francesco Burighel per chiedere un risarcimento danni. Il 35enne era arrivato al Canova il 28 agosto scorso con un volo Ryanair decollato dall'aeroporto Charleroi di Bruxelles. Un biglietto prenotato qualche ora prima dopo essersi spostato per lavoro in diverse zone del Benelux. Una volta recuperato il bagaglio, il 35enne si è diretto verso l'uscita e si è sottoposto ai controlli della Polizia di Frontiera. Gli spostamenti dell'uomo negli ultimi giorni e il fatto di aver comprato il biglietto qualche ora prima del decollo hanno fatto però scattare le procedure di sicurezza. Spesso infatti i cosiddetti “ovulatori” ingoiano lo stupefacente, prenotano il primo volo disponibile non sapendo quanto potranno trattenere gli ovuli in corpo e atterrano in uno scalo diverso da quello di residenza per sembrare in vacanza o in viaggio di lavoro. Tutti elementi e circostanze che accomunano suo malgrado l'uomo d'affari nigeriano ai veri corrieri della droga. L'uomo avrebbe più volte sostenuto di essere rimasto vittima di un errore di valutazione, ma non essendo possibile accertare in aeroporto se stesse dicendo la verità, si rese necessario il trasporto in ospedale. Dopo due giorni d'attesa, scoperto che non era un ovulatore,venne rilasciato con le scuse del caso. La vicenda sembrava chiusa, ma la perdita dei contratti potrebbe riaprila a breve.