Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Mostre, fanfare, sorvoli di aerei: domenica il clou con i lanci in piazzale Burchellati

TREVISO PER TRE GIORNI CAPITALE DEI PARACADUTISTI D'ITALIA

Al via il raduno nazionale per celebrare il 65° della sezione trevigiana


TREVISO - Concerti delle fanfare, sorvoli di aerei d'epoca, mostre di cimeli storici, lanci dimostrativi. E' un programma ricco quello del 26esimo raduno dell'Associazione nazionale paracadutisti d'Italia, al via oggi a Treviso. L'adunata nazionale dei parà torna per la seconda volta nel capoluogo della Marca, a quasi vent'anni dalla precedente edizione del 1984, per celebrare il 65esimo anniversario della sezione di Treviso. Non solo commemorazioni ai caduti e momenti ufficiali nella tre giorni: la manifestazione vuole rinsaldare il legame tra i paracadutisti e la città. Ed ecco allora concerti di formazioni musicali militari, spettacoli di velivoli storici, tra cui il modello usato dal celeberrimo "Barone rosso" e un'esposizione a Palazzo dei Trecento che, attraverso uniformi e altri reperti, ripercorre la storia di questa specialità, la più recente delle forze armate italiane, dalla prima guerra mondiale, alle pagine eroiche della battaglia di El Alamein, fino alle attuali missioni di pace in varie regioni del mondo. Domenica, il clou dell'evento con la sfilata dei radunisti per le vie cittadine, con in testa la fanfara della Brigata Folgore, e lo spettacolare atterraggio di precisione di dieci paracadutisti in piazzale Burchiellati. Attesi oltre tremila partecipanti da tutta Italia, congedati della Folgore, ma anche dei reparti di paracadutisti di altre unità, dagli Alpini agli incursori del Col Moschin al Tuscania Carabinieri.

Ai nostri microfoni, presentano il raduno Lino Tinazzi, presidente della sezione di Treviso dell'Associazione nazionale paracadutisti d'Italia, e Aldo Bottos, responsabile del comitato organizzatore.