Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il ciclista del team Marchiol sfigurato dopo una caduta al Trofeo Gianfranco Bianchin

ANDREA VACCHER SEI ORE SOTTO I FERRI, SCONGIURATE LE VIE LEGALI

Un tombino aperto ha provocato l'incidente, 8 gli atleti coinvolti


PONZANO VENETO - (gp) Andrea Vaccher, dopo sei ore passate sotto i ferri, è stato ricoverato in terapia intensiva nel reparto di chirurgia maxillofacciale ed è tenuto in coma farmacologico. Il ciclista 24enne, dilettante di élite del Team Marchiol-Emisfero-Site, non è in pericolo di vita ma dovrà affrontare un lungo periodo di riabilitazione per guarire dalle ferite riportate nella caduta di cui è rimasto vittima. Passata la paura, è arrivato il momento di capire come mai quel tombino si sia alzato e individuare le eventuali responsabilità. Un incidente di gara incredibile, una scena a cui gli addetti ai lavori non hanno mai assistito in anni e anni di competizioni. E proprio per questo si vuole far chiarezza su chi possa aver sbagliato e su cosa possa essere andato storto, sempre che un colpevole ci sia davvero e la caduta non rientri nella casistica degli eventi imprevedibili. Di certo c'è che la tragedia sfiorata nella 44° edizione del Trofeo Gianfranco Bianchin per il momento non è approdata in tribunale sotto forma di una querela, e probabilmente non ci finirà mai. Le compagnie assicurative di Comune di Ponzano Veneto e della società Velo Club che organizza la scorsa si sono già dette disponibili a sedersi intorno a un tavolo per risarcire il danno subito dall'atleta, e dagli altri 7 coinvolti nella caduta con conseguenze sicuramente minori. Per cui il ricorso alle vie legali sembra scongiurato. Resta però il fatto che un ragazzo di 24 anni se l'è vista brutta, e la sua carriera agonistica potrebbe subire uno stop significativo, anche dal punto di vista psicologico. E di conseguenza i danni riportati non sarebbero soltanto fisici.