Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Notificata al 38enne albanese, in appello a ottobre, l'ordinanza di esecuzione pena

MASSACRO DI GORGO: L'IDEATORE NAIM STAFA RIMANE IN CARCERE

Spazzati via i timori di una scarcerazione per decorrenza dei termini


GORGO AL MONTICANO – (gp) Naim Stafa rimane in carcere, almeno per i prossimi tre anni. Il 38enne albanese considerato l'ideatore del massacro dei coniugi Pelliciardi, trucidati il 21 agosto 2007 nella dependance di villa Durante a Gorgo al Monticano, attenderà l'esito del processo a suo carico dietro le sbarre, nonostante si debba celebrare per la terza volta il giudizio d'appello e i termini di carcerazione preventiva sembravano sul punto di scadere. A dissipare ogni dubbio c'ha pensato la Procura generale presso la Corte d'Appello di Venezia la quale, dopo aver fissato per il prossimo 9 ottobre il “terzo” processo d'appello in seguito alla decisione della Cassazione di accogliere il ricorso presentato dall'avvocato Sabrina Dei Rossi, il legale di Stafa condannato in primo e secondo grado all'ergastolo, ha notificato al 38enne l'ordine di esecuzione pena per cui, anche nella remota ipotesi che il processo d'appello volgesse del tutto a favore dell'imputato, dovrebbe comunque scontare almeno nove anni carcere. Motivo per cui per i prossimi tre anni i termini di carcerazione preventiva continuano. Una questione puramente tecnica ma che allontana, e non di poco, i timori che Stafa potesse uscire di galera per decorrenza dei termini.