Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Notificata al 38enne albanese, in appello a ottobre, l'ordinanza di esecuzione pena

MASSACRO DI GORGO: L'IDEATORE NAIM STAFA RIMANE IN CARCERE

Spazzati via i timori di una scarcerazione per decorrenza dei termini


GORGO AL MONTICANO – (gp) Naim Stafa rimane in carcere, almeno per i prossimi tre anni. Il 38enne albanese considerato l'ideatore del massacro dei coniugi Pelliciardi, trucidati il 21 agosto 2007 nella dependance di villa Durante a Gorgo al Monticano, attenderà l'esito del processo a suo carico dietro le sbarre, nonostante si debba celebrare per la terza volta il giudizio d'appello e i termini di carcerazione preventiva sembravano sul punto di scadere. A dissipare ogni dubbio c'ha pensato la Procura generale presso la Corte d'Appello di Venezia la quale, dopo aver fissato per il prossimo 9 ottobre il “terzo” processo d'appello in seguito alla decisione della Cassazione di accogliere il ricorso presentato dall'avvocato Sabrina Dei Rossi, il legale di Stafa condannato in primo e secondo grado all'ergastolo, ha notificato al 38enne l'ordine di esecuzione pena per cui, anche nella remota ipotesi che il processo d'appello volgesse del tutto a favore dell'imputato, dovrebbe comunque scontare almeno nove anni carcere. Motivo per cui per i prossimi tre anni i termini di carcerazione preventiva continuano. Una questione puramente tecnica ma che allontana, e non di poco, i timori che Stafa potesse uscire di galera per decorrenza dei termini.