Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assalto alll'Unicredit di Camal˛, poi blitz a Treviso in una tabaccheria e gastronomia

DOPO IL COLPO IN BANCA ALTRE TRE RAPINE TENTATE, 35ENNE IN CELLA

Marta Costa, pregiudicata di SandonÓ, arrestata ieri sera dalla polizia


TREVISO - Dopo la rapina alla filiale Unicredit di Camalò di Povegliano, messa segno poco dopo le 12.30 di mercoledì, è scappata in autobus verso Treviso, raggiungendo la stazione. Poteva fuggire, scappare ma ha invece atteso le 19.30 per tentare altri due colpi, entrambi falliti: il primo alla tabaccheria di via Roma, il secondo in una gastronomia di via Tomaso Da Modena. Ad essere fatale a Marta Costa, 35enne di Sandonà ora in carcere alla Giudecca, è stato il quarto colpo tentato nel suo "pomeriggio di follia": la donna, armata di coltello da cucina, stava minacciando con un coltello una coppia di 35enni nei pressi del supermercato Pam ma è stata disarmata e bloccata dagli agenti delle volanti della polizia. In mattinata è stato convalidato l'arresto della 35enne: da quanto verificato dagli investigatori, raccolte le testimonianze delle vittime degli assalti, non c'è nessun dubbio che tutti i colpi siano da attribuire proprio a questa "rapinatrice seriale". Nella borsa della donna ritrovati circa 35 euro ed alcuni assegni, parte del misero bottino ottenuto all'Unicredit e vari biglietti dell'autobus utilizzati per il viaggio tra Camalò ed il centro di Treviso. La donna, con problemi di tossicodipendenza, appariva in forte stato di agitazione e alterazione: prima dell'arresto la 35enne è stata trasportata presso il reparto di psichiatria del Ca' Foncello.

Galleria fotograficaGalleria fotografica