Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Frode da oltre 200mila euro nei confronti di aziende di Treviso, Pordenone e Rimini

ACQUISTI DI MOBILI CON ASSEGNI SCOPERTI, TRE DENUNCIATI

Titolare, moglie e commercialista di una ditta di Maser chiusa nel 2012


MASER - Acquistavano merce, attraverso un commercialista che si presentava alle aziende con una finta identità, e la pagavano lasciando come acconto degli assegni scoperti. Questa la tecnica utilizzata da tre dipendenti di una ditta di Maser per mettere a segno una serie di truffe, nel corso del 2012, per un totale di oltre 200mila euro ai danni di quattro aziende con sedi a Ponzano Veneto, Cerasolo Ausa in provincia di Rimini, Vazzola e Pordenone. Dopo una complessa indagine i carabinieri di Volpago del Montello hanno individuato i responsabili del raggiro. Si tratta di due coniugi 40enni residenti a Cornuda ed un 50enne romano, rispettivamente rappresentante legale, segretaria contabile e commercialista dell'azienda di Maser che si occupava di forniture di arredi. L'azienda aveva infatti chiuso i battenti nel marzo 2012 e da allora aveva cominciato ad occuparsi di mettere a segno le truffe. Le tre persone coinvolte nell'indagine dei carabinieri di Volpago del Montello sono stati denunciati per associazione a delinquere finalizzata alla truffa. Se i coniugi erano “la mente”, il commercialista era “il braccio”: è stato lui, sotto mentite spoglie, a recarsi presso le ditte per acquistare scrivanie per ufficio ma anche idromassaggi per esterno, piccole Spa a uso domestico. Dopo aver versato l'acconto ai malcapitati imprenditori e prelevata (o fatta consegnare a domicilio) la merce, il fantomatico commercialista spariva nel nulla.