Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEOSERVIZIO Indagato per appropriazione indebita anche Massimo Schiavon

NORTH EAST, SIGILLI AL TESORO DI COMPIANO: 400 AUTO E 70 BARCHE

Il patron del gruppo atteso giovedì in procura per l'interrogatorio


TREVISO – (gp) Scoperto il tesoro di Compiano. La Guardia di Finanza, su ordine della Procura di Treviso, ha messo sotto sequestro probatorio 400 veicoli (tra auto, moto e bici da corsa), 4 capannoni e ben 70 barche nella disponibilità del gruppo Compiano e presumibilmente frutto del buco milionario riscontrato nel caveau della North East Services di Silea. Il procuratore capo di Treviso Michele Dalla Costa ha reso noti alcuni sviluppi dell'indagine: 40 i milioni spariti (e si tratta di ammanchi reali e non di errore contabile), due le persone indagate, ovvero Luigi Compiano e Massimo Schiavon, rispettivamente presidente e responsabile delle sale conta della Nes, e il cambio di rubricazione del reato passato da furto ad appropriazione indebita aggravata. Dalle carte emerge che delle 10 sale conta perquisite in tutto il nord Italia dagli uomini delle Fiamme Gialle, soltanto in quella di Silea si sono verificate le irregolarità che hanno poi portato a scoprire il buco milionario, che sembra destinato ad allargarsi con il passare dei giorni visto che le denunce (già sei quelle presentate) potrebbero aumentare. Di certo c'è che il meccanismo utilizzato per svuotare il caveau, come affermato dal procuratore Dalla Costa, è andato avanti per anni. Il prossimo passo delle indagini riguarda l'interrogatorio di Luigi Compiano, che avverrà molto probabilmente giovedì mattina. Massimo Schiavon invece è già stato sentito dal pm Massimo de Bortoli nei giorni scorsi. Interrogatorio il cui contenuto è stato al momento secretato. C'è da dire inoltre che Filippo Silvestri, il responsabile della sicurezza della Nes la cui abitazione è stata perquisita, non solo non è indagato ma, come ribadito dagli inquirenti, è del tutto estraneo alla vicenda e con il buco milionario non c'entra nulla.


Galleria fotograficaGalleria fotografica