Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Esentati un terzo di cittadini con meno di 15mila euro all'anno

DAL 2014 NIENTE IRPEF PER REDDITI BASSI E ALIQUOTE PROGRESSIVE

Il Comune vara la nuova addizionale sulle persone fisiche


TREVISO - Dal prossimo anno anche a Treviso scatterà l'Irpef progressiva in base al reddito. Non dovranno pagare l'imposta i cittadini con un reddito fino a 15mila euro. Per quelli che dichiarano un imponibile superiore, le aliquote varieranno dal minimo dello 0,60 ad un massimo di 0,80 per cento. Con questo provvedimento l'amministrazione intende attuare una maggiore equità riguardo all'addizionale comunale sulle persone fisiche: finora, infatti, veniva applicato un unico parametro pari allo 0,60% per tutti i contribuenti. “Applicare la stessa aliquota per tutti i cittadini, senza tenere conto del reddito, sarebbe stato iniquo – dichiara l’assessore al Bilancio, Alessandra Gazzola – la proposta della giunta è in linea con le richieste provenienti da più fronti. Questa modulazione nell’applicazione dell’imposta nasce anche per andare incontro alle richieste arrivate dalle parti sociali, dai consiglieri comunali e dai cittadini – sottolinea Gazzola – con i quali condividiamo la necessità di rendere progressiva l’imposta”.

In particolare si è scelto di esentare dal pagamento quasi un terzo dei cittadini, 23.758 su 59.814, quelli con i redditi più bassi, al di sotto dei 15mila euro annui. Per chi presenta un 730 più corposo, l'aliquota verrà applicata in misura crescente in base a vari scaglioni di reddito: i primi 15mila euro saranno tassati allo 0,60%, la fascia dal 15mila e un centesimo fino a 28mila allo 0,65%, sull'imponibile fino a 55mila euro graverà un'aliquota dello 0,70%, fino a 75mila dello 0,75% e per la quota di reddito superiore il parametro salirà a 0,80%.

Il provvedimento, varato dalla giunta, sarà ora sottoposto al prossimo Consiglio comunale e, se approvato, diventerà operativo dal primo gennaio. L'amministrazione metterà così in atto quell'impegno ad una tassazione locale più progressiva, preso in campagna elettorale, come ricorda il sindaco Giovanni Manildo