Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Capannoni, auto e barche, se venduti tutti all'asta, non arriverebbero a 40 milioni

SCANDALO NES: TUTTI I BENI SOTTO SEQUESTRO NON COPRONO IL BUCO

Il procuratore Dalla Costa: "I morti purtroppo li conteremo alla fine"


TREVISO – (gp) Lo scandalo North East Services, che ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati per appropriazione indebita aggravata del presidente Luigi Compiano e del responsabile delle sale conta Massimo Schiavon, riserverà ancora delle sorprese. A cominciare dal buco di 40 milioni di euro che, stando a quanto presumono gli inquirenti, si allargherà quasi certamente non appena verranno terminati i conteggi e tutti coloro che hanno depositato denaro nel caveau di via Belvedere a Silea andranno a battere cassa. “I morti purtroppo li conteremo alla fine” ha dichiarato il procuratore capo di Treviso Michele Dalla Costa, che ha pure sottolineato come il sequestro probatorio dei 4 capannoni della Compiano, dei 400 veicoli e delle 70 barche a disposizione della società con ogni probabilità non riuscirà a coprire gli ammanchi. Nel senso che nel caso in cui i beni venissero messi all'asta e si riuscisse a venderli tutti, dal primo all'ultimo, la cifra ottenuta tenderebbe comunque a essere minore rispetto ai 40 milioni attuali di buco. Nel frattempo le indagini continuano, in attesa che Luigi Compiano venga interrogato dal pm Massimo De Bortoli. Incontro che dovrebbe avvenire giovedì mattina ma che probabilmente slitterà. Massimo Schiavon, sentito dal pm lo scorso venerdì, ha già dichiarato al magistrato di non aver mai preso denaro dal caveau della Nes, riversando di fatto le possibili colpe su Luigi Compiano. Di certo c'è che i soldi sono usciti dal caveau in cui soltanto i due manager avevano accesso e che gli ingressi di denaro sono videoregistrati e archiviati: tutte le operazioni di conta nelle sale della Nes venivano infatti riprese a tutela sia della società che prendeva in deposito i soldi sia a garanzia di coloro che li versavano.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
07/10/2013 - North East, sigilli al tesoro di
Compiano: 400 auto e 70 barche