Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Occupazione: a rischio numerose imprese dell'indotto del gruppo Compiano

"NELLE PICCOLE DITTE DECINE DI CONTROLLI, NESSUNO ALLA NES"

I dubbi di Mario Pozza: "Responsabile anche chi non ha vigilato"


TREVISO - Alla North East Service sono stati sottratti milioni di euro per quasi vent'anni senza che nessuno si accorgesse di nulla. Come è stato possibile, se nelle piccole aziende ispezioni e controlli da parte di forze dell'ordine ed enti sono frequentissimi? E' la domanda che si pone Mario Pozza, presidente della Confartigianato della Marca, la principale associazione trevigiana della piccola impresa. Se le prime ipotesi dell'indagine saranno confermate, sottolinea il leader degli artigiani, oltre ai vertici dell'azienda, dovranno essere accertate anche le responsabilità di chi non ha vigilato a dovere.

Sul caso Nes, però Pozza lancia anche un altro allarme: quello per le decine di officine, impiantisti ed altre ditte artigiane della Marca che lavoravano nell'indotto della società di trasporto e custodia valori e, ancora più, della capogruppo Compiano ed ora rischiano essere travolte dal crack conseguente allo scandalo, non riuscendo ad ottenere il pagamento per prestazioni già effettuate o perdendo le proprie commesse.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
09/10/2013 - Scandalo Nes: tutti i beni sotto
sequestro non coprono il buco

07/10/2013 - North East, sigilli al tesoro di
Compiano: 400 auto e 70 barche