Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accertata una rendita catastale complessiva di 13 milioni di euro

OLTRE 23MILA "CASE FANTASMA" SCOPERTE IN PROVINCIA DI TREVISO

Indagine delle Entrate sugli immobili non dichiarati al Castasto


TREVISO - Più di 23mila "case fantasma" con una rendita catastale complessiva pari a circa 13 milioni di euro. E' quanto accertato nella Marca dall'operazione, su scala nazionale, condotta dall'Agenzia delle Entrate per individuare immobili sconosciuti al catasto o non regolarizzati. Treviso è la prima provincia in Veneto sia per numero delle unità sia per entità della rendita accertata. Nel complesso sono risultati mancare dalle banche dati del catasto 23.673 fabbricati. A 12.234 di queste sono state attribuite rendite definitive per poco più di 8 milioni di euro, dopo che gli interessati hanno provveduto spontaneamente a presentare gli atti di aggiornamento del Catasto, mentre valgono circa 5 milioni le rendite presunte, cioè attribuite d’ufficio, perché gli immobili (11.439) non erano stati accatastati volontariamente dai contribuenti alla data del 30 novembre 2012, giorno in cui si è chiusa l’attività di accertamento sui fabbricati non dichiarati. In tutta la regione, gli immobili non segnalati scoperti ammontano a 62.046 unità, per un valore totale superiore ai 42,3 milioni.