Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La causa: stipendi bassi e contributi versati insufficienti

"INTERE GENERAZIONI DI TREVIGIANI CON FUTURE PENSIONI DA FAME"

L'allarme della Cgil: "Migliaia di giovani a rischio"


TREVISO - Sono qualche decina di migliaia i giovani precari trevigiani con retribuzioni molto basse e saltuarie. Oltre alle difficoltà attuali, questi lavoratori rischiano di ritrovarsi in futuro con pensioni al limite della soglia di povertà, a causa della ridotta mole di contribuiti versati. La Cgil di Treviso ha stilato una proiezione: un giovane che abbia iniziato a lavorare nel 2001, a 25 anni, con un reddito dichiarato di 8mila euro lordi all'anno, al momento di andare in pensione, con quarant'anni di contribuzione, nel 2041 riceverà un assegno mensile di 747 euro lordi.

Per questo Giacomo Vendrame, segretario provinciale della Cgil, ribadisce come parlare di pensioni, significhi allo stesso tempo parlare di qualità del lavoro e continuità redittuale.

Il sindacato ha dedicato al tema un seminario con tra i relatori il direttore regionale dell'Inps, Antonio Pone e le parlamentari Maria Luisa Gnecchi e Floriana Casellato.

Paolino Barbiero ha rilanciato l'allarme sull'impoverimento dei pensionati trevigiani e torna a sollecitare lo sblocco della rivalutazione, sospesa per i vitalizi tra 1.400 e 3.000 euro lordi al mese: vale a dire circa 58mila titolari di trattamenti pensionistici della Marca.