Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Esordio amaro in Heineken Cup per la squadra di Franco Smith

BENETTON-MONTPELLIER 10-27 DI SPRECO E PARSIMONIA

Calcio di Botes e meta di determinata pressione di Loamanu


MONIGO - Sconfitta nella prima giornata di Heineken Cup per i Leoni contro la capolista francese del Montpellier, brava a concretizzare l'indisciplina del XV della Marca e le poche occasioni avute. Parte male la formazione di casa, con un calcio piazzato concesso per la precisione del piede del mediano Paillaugue che porta avanti i transalpini. Tobias Botes ha l'occasione di pareggiare quasi subito, ma il suo tentativo angolato termina laterale. Al 7' arriva già la prima occasione di marcatura pesante, con il Montpellier che approfitta di una disattenzione della difesa italiana. Galletier si invola verso la meta, ma viene placcato in extremis e perde palla proprio al momento di schiacciarla oltre la linea. Treviso reagisce con la forza del pacchetto che impegna al 12' gli avversari. Tobias Botes esce, finta su Brendan Williams e va largo su Ludovico Nitoglia, ma il passaggio è lungo e l'occasione sfuma. Stessa cosa un attimo dopo, quando Brendan Williams incanta con un numero di suoi, ma Luke McLean dimostra tutta l'inesperienza con la maglia numero 10, anche per la buona copertura di Tuitavake. E così a segnare nuovamente dopo il primo quarto di gara è la squadra di Galthiè, ancora con Paillaugue, che si dimostra infallibile dalla piazzola. Cinque minuti ed il Benetton va in superiorità numerica. Cartellino giallo per placcaggio alto a Gorgodze e tre punti per Tobias Botes che accorcia la distanza. Nel finale del primo tempo, occasioni da una parte e dall'altra, con il Montpellier davvero pericoloso, ma che riesce a portare a casa solo altri tre punti e si va al riposo sul 3-9. Anche la ripresa si apre nel peggiore dei modi per i Leoni, con un cartellino giallo ad Enrico Ceccato ed altri tre punti per Paillaugue. Tobias Botes prova a replicare all'omologo francese, ma il suo tentativo prende il palo esterno ed esce. Pochi minuti dopo, Benetton pericoloso in attacco con Luca Morisi e dalla parte successiva con un passaggio sbagliato di Ludovico Nitoglia all'esterno. La partita è molto tattica e senza grosse occasioni di meta. Paillaugue subisce un colpo duro ed è costretto ad uscire, lasciando a Pelissie gli oneri dei calci. Il compagno si fa trovare pronto al 20' quando porta a +12 il margine tra le compagini. Ancora Galletier protagonista con un drive tre minuti più tardi, dopo un bel break dei trequarti. La spinta porta oltre la linea, ma la difesa regge e gira il maul tenendo sollevato l'ovale. Dalla mischia successiva, falli dei Leoni e Pelissie che batte velocemente e vola al centro dei pali per la prima meta di giornata. Ouedraogo e compagni raddoppiano con Combezou nel finale e un sussulto di orgoglio porta in meta anche il Benetton di potenza con Christian Loamanu. Finisce 10-27. 

 

MARCATORI: pt 2' e 21' Paillaugue p.; 25' Botes p.; 36' Paillaugue p.; st 6' Paillaugue p.; 20' Pelissie p.; 26' Pelissie meta tr. Pelissie; 32' Combezou meta; 34' Loamanu meta tr. Botes. 

BENETTON TREVISO: Williams; Nitoglia, Morisi, Sgarbi (st 20' Semenzato), Campagnaro (st 25' Ambrosini); McLean, Botes; Barbieri, Zanni, Favaro (st 1' Budd); Fuser (st 4' Loamanu), Pavanello (st 23' Bernabò); Cittadini (st 15' Di Santo), Ceccato (st 23' Maistri), Rizzo (st 15' Fernandez-Rouyet). All. Smith.

MONTPELLIER: Floch; Tuitavake (st 18' Artru), Combezou, Olivier, Audrin; Trinh-Duc (st 31' Selponi), Paillaugue (st 15' Pelissie); Galletier, Gorgodze, Bias (st 18' Ouedraogo); Tchale Watchou, Hamilton (st 18' Privat); Mas (st 12' Bustos), Geli (pt 31' Ivaldi), Leleimalefaga (pt 31' Watremez). All. Galthiè.

ARBITRO: Phillips della Federazione Irlandese.

NOTE: pt 3-9; spettatori: 4635; Heineken Man of the Match: Kelian Galletier (Montpellier); cartellino giallo a: Gorgodze (pt 24'), Ceccato (st 5'), Barbieri (st 19'), Bustos (st 37'); calciatori: Benetton Treviso 2/4 (Botes 2/4), Montpellier 6/7 (Paillaugue 4/4, Pelissie 2/3); punti in classifica: Benetton Treviso 0, Montpellier 4.