Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gup ha accolto la richiesta di patteggiamento dell'avv. Italo Albanese

LEZIONI DI GUIDA A LUCI ROSSE: DICIOTTO MESI A WALTER CUNIAL

Il 48enne era accusato di violenza sessuale ai danni di due allieve


CASTELCUCCO – (gp) Un anno e sei mesi di reclusione. Questa l'entità della pena che Walter Cunial, il 48enne ex istruttore di guida di Castelcucco finito al centro di uno scandalo lo ha portato per 8 giorni agli arresti domiciliari per violenza sessuale nei confronti di due sue allieve che lo hanno denunciato, ha patteggiato di fronte al gup Silvio Maras dopo aver raggiunto l'accordo con il sostituto procuratore Gabriella Cama, che aveva dato parere favorevole al patteggiamento. A spingere la Procura ad accogliere le richieste della difesa, rappresentata dall'avvocato Italo Albanese, il fatto che Cunial ha elargito un risarcimento simbolico alle vittime inviando loro anche una lettera di scuse. Cunial, al termine dell'interrogatorio di garanzia, aveva già ampiamente descritto al giudice la sua versione dei fatti. L'uomo aveva infatti negato l'episodio più grave che gli viene contestato, ovvero il bacio rubato all'appena diciottenne che aveva messo i carabinieri sulle sue tracce, e ridimensionato di molto il secondo episodio, quello della richiesta di un massaggio erotico. Accuse che avevano di fatto spinto il 48enne a licenziarsi come istruttore di guida, e che inizialmente lo avevano anche portato a perdere l'altro posto di lavoro (poi è stato infatti reintegrato) da dipendente comunale addetto alla manutenzione delle opere stradali e come autista dello scuolabus comunale.