Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tuona la Fit Cisl: mezzi non adeguati, contratti e rimborsi irregolari

GPS SUI MEZZI PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI: LAVORATORI IN RIVOLTA

L'azienda di Este serve una ventina di Comuni trevigiani


ESTE - Stato di agitazione e sciopero in vista alla Sesa, l’azienda pubblica con sede a Este, nel Padovano, che si occupa della raccolta dei rifiuti in più di venti Comuni della Marca trevigiana tra cui Vittorio Veneto, Oderzo e Farra di Soligo. “Da oltre un anno – spiega Maurizio Fonti, segretario regionale della Fit Cisl -  il servizio viene effettuato con il ‘’porta a porta’’ ed è proprio qui che nascono i problemi: Sesa sta svolgendo il servizio utilizzando mezzi non adeguati, con gomme usurate e con scarsa manutenzione, situazione che mette a rischio la salute dei lavoratori che operano in condizioni disagiate, con eccessivi carichi di lavoro che li spingono a percorrere in contromano le strade per poter ridurre i tempi”. I circa 100 lavoratori lamentano anche l’applicazione - ad una parte di loro - di contratti diversi rispetto a quello che dovrebbe essere loro destinato, ossia il Contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti di imprese e società esercenti Servizi ambientali. Ma non solo. “L’azienda, per risparmiare, – spiega Fonti – paga il lavoro straordinario come trasferta Italia e in qualche caso come rimborso chilometrico”. La Fit Cisl fa infine sapere che Sesa ha installato dispositivi satellitari sui mezzi “in barba alla normativa che prevede un apposito accordo sindacale”. Nei prossimi giorni sarà proclamato lo stato di agitazione e l’avvio della procedura prevista dalla normativa vigente per la proclamazione dello sciopero, nonché le successive azioni legali.