Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gup Umberto Doną sospende la patria potestą per tutta la durata della pena

TENTATO OMIDICIO: ANDREA LORO CONDANNATO A 15 ANNI DI CARCERE

Disposta una provvisionale di 80 mila euro alla vittima, Matilde Ardia


LORIA – (gp) E' stato condannato a 15 anni di reclusione e al pagamento di 80 mila euro di provvisionale Andrea Loro, il 34enne di Loria che il 17 gennaio scorso tentò di uccidere la moglie, la 30enne Matilde Ardia, prima strangolandola e poi, simulando un incidente stradale, dando fuoco all'auto con la consorte all'interno. A differenza di quanto chiesto dalla difesa dell'imputato, rappresentata dagli avvocati Paolo De Girolami e Lorenza Secoli, il gup Umberto Donà ha riconosciuto tutte le aggravanti contestate all'uomo, compresa la premeditazione, sposando in pieno l'impianto accusatorio del pm Valeria Sanzari che aveva chiesto una condanna a 16 anni e 8 mesi, nonostante lo sconto di un terzo della pena in virtù del rito abbreviato. Richiesta condivisa dall'avvocato Stefania Bertoldi, che assisteva la vittima costituitasi parte civile a processo. Il giudice ha inoltre sospeso per tutta la durata della pena la patria potestà di Andrea Loro, di fatto anticipando l'udienza civile per la revoca di fronte al tribunale dei minori (a cui si affianca anche la causa civile per la separazione). “Una condanna giusta – ha commentato l'avvocato Bertoldi – Non c'era nessun spirito vendicativo da parte della mia assistita, ma per noi era importante che venisse confermata la premeditazione”.